Argentina Info e consigli di viaggio

EMERGENZE
Per la polizia: 0800 999-5000 numero verde oppure: 101 (servizio H24 collegato alla Polizia, solo in inglese); pronto soccorso medico: 107; emergenza nautica: 106; soccorso stradale: 0800.777.2894.

AVVERTENZE
Per informazioni relative alle misure preventive da adottare contro le punture di zanzara, durante la permanenza nel Paese, si consiglia di consultare le info sanitarie “Misure preventive contro malattie trasmesse da puntura di zanzara”. Si registrano fenomeni diffusi di criminalità soprattutto nell’immensa Provincia di Buenos Aires ed in alcuni centri urbani, in particolare a Rosario. In generale è opportuno adottare misure di cautela nei principali centri urbani, evitando di indossare oggetti di valore che possano attirare l’attenzione dei malviventi. Per i turisti in difficoltà è stato attivato il numero verde a carattere nazionale 0800 999-5000 (Comisaria del Turista) con operatori plurilingue, attraverso il quale ci si può rivolgere alla Polizia. Si raccomanda, una volta in loco, di portare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio, conservando gli originali in luoghi custoditi (albergo etc.). Si consiglia infine di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

DOCUMENTI
É necessario il passaporto in corso di validità con scadenza non inferiore a 6 mesi dalla data di arrivo in Argentina; il visto d’ingresso non necessario per soggiorni turistici inferiori a tre mesi. Si consiglia in ogni caso di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia.

DOGANA
In entrata e in uscita dal Paese non è consentito il possesso di oltre 10.000 dollari USA per passeggeri con più di 16 anni (5.000 dollari USA, per minori di 16 anni).
Si segnala, inoltre che, sin dall’inizio del 2012, le Autorità monetarie argentine hanno varato una serie di restrizioni all’acquisto di valuta straniera. Il Banco Central de la República Argentina (BCRA) stabilisce le condizioni che devono seguire i “non residenti” per l’acquisto di valuta straniera “in concetto di turismo e viaggi”. All’arrivo o durante il soggiorno, l’interessato può rivolgersi a banche o “case di cambio ufficiali” per vendere la valuta (Euro) senza limiti quantitativi (non sempre le banche consentono questa operazione se lo straniero non è correntista). Se volesse riacquistare successivamente Euro, deve presentare la corrispondente ricevuta emessa dall’ente di cambio dove ha venduto precedentemente la valuta all’ingresso nel Paese.  In tale ultimo caso l’ammontare totale di valuta che si può riacquistare non deve superare l’equivalente di 5.000 dollari USA. Sulla base di disposizioni interne del Banco Nación Argentina, in uscita è possibile cambiare pesos in valuta straniera soltanto se si può dimostrare di aver acquisito pesos presso lo stesso sportello al momento dell’ingresso al Paese.

VACCINAZIONI
Non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria. Si consiglia la vaccinazione contro la febbre gialla a coloro che intendano visitare la zona delle cascate di “Iguazu”.

NORME SANITARIE
In Argentina non è sicuro bere l’acqua di rubinetto, per cui è consigliabile consumare solo acqua in bottiglie sigillate oppure bevande calde. Si consiglia di adottare le normali misure igieniche e le necessarie precauzioni sanitarie. Gli standard qualitativi delle strutture sanitarie, pubbliche e private sono, nel complesso, soddisfacenti. L’assistenza a pagamento è di ottimo livello.

LINGUA
La lingua ufficiale è lo spagnolo. Abbastanza diffuse sono le lingue di origine degli immigrati: italiano, tedesco, francese oltre naturalmente all’inglese. In alcune zone si parla il guaranì, il quechua, l’aymarà e le lingue proprie delle minoranze indigene.

MONETA
L’unità monetaria è il Peso, diviso in 100 centavos. I dollari o gli euro in contanti si possono cambiare presso le banche (aperte dal lunedì al venerdì con orario 10-15), le agenzie di cambio e, spesso, anche negli alberghi, agenzie di viaggio e negozi. Diffuse le carte di credito (meno nelle zone rurali) con un’unica precisazione: la somma addebitata dipenderà dal tasso di cambio vigente al momento in cui il prezzo d’acquisto sarà riversato in conto, cosa che potrà avvenire dopo varie settimane; inoltre, nelle province, le banche fanno pagare una commissione del 10%. Nessun problema a prelevare denaro tramite Bancomat. Se vi affidate ai contanti ricordatevi che cambiare banconote di grosso taglio è un problema un po’ ovunque nel paese. Quando potete, cambiatele presso una banca.

MANCE
È usanza lasciare l’equivalente di un 10% dell’importo in caffetterie e ristoranti. Questo vale anche per tassisti, portinai, facchini.

FUSO ORARIO
L’ora Argentina è spostata di 4 ore indietro rispetto all’ora solare italiana (5 ore con l’ora legale).

PER TELEFONARE
Per chiamate dall’Italia all’Argentina comporre il prefisso internazionale 0054 , l’indicativo urbano, quindi il numero desiderato.
Per chiamate dall’Argentina all’Italia comporre il prefisso internazionale 0039, l’indicativo urbano con lo zero, quindi il numero desiderato.
E’ possibile telefonare dagli alberghi con un servizio migliore, ma con tariffe maggiorate. La telefonia pubblica offre un buon servizio ed è possibile trovare telefoni che funzionano con monete, gettoni (cospeles) e tessere prepagate (tarjetas) in vendita presso giornalai, chioschi e compagnie telefoniche.

PERIODO MIGLIORE
L’Argentina è situata nell’emisfero australe e ha quindi le stagioni invertite rispetto all’Europa. Detto questo, l’estate (da ottobre a marzo) è la stagione più adatta per visitare la Patagonia e le Ande meridionali mentre l’inverno è più adatto per viaggiare al nord e nord-ovest del Paese giacché le piogge sono meno frequenti e le temperature tropicali si abbassano di qualche grado. L’autunno e la primavera sono invece il periodo più adatto per un soggiorno a Buenos Aires, Cuyo e le zone de La Rioja e Catamarca.

CLIMA

Tra luglio e settembre, ideale per visitare le province del Nord-Est e del Nord-Ovest in quanto le piogge sono meno frequenti e la temperatura è più bassa.
Come tutti i Paesi dell’America Latina che si trovano sotto la linea dell’Equatore, l’Argentina presenta le stagioni invertite rispetto al nostro emisfero settentrionale, ovvero al nostro inverno corrisponde l’estate australe. L’inverno va da giugno ad agosto, l’estate comincia a dicembre e i mesi di gennaio e febbraio sono i più caldi dell’anno.
Nella parte più settentrionale del paese, a ridosso degli altopiani brasiliani, si verificano le precipitazioni più abbondanti, con massimi intorno ai 1800 mm annui; altrove si scende ai valori propri dei paesi semi-aridi o addirittura aridi: così il Chaco passa da oltre 1000 a 500 mm di precipitazioni, registrando nell’area occidentale, un clima tipicamente tropicale, caratterizzato d’inverno da una lunga stagione secca.

ABBIGLIAMENTO
Abbigliamento sportivo e comodo, sia per quanto concerne i vestiti che le scarpe. Nel nord del Paese, soprattutto durante l’estate, sarà da privilegiare un abbigliamento di cotone leggero mentre per il nord-ovest andino e alle alte latitudini della Patagonia saranno necessari abiti più caldi (giacca a vento e maglione) anche in estate. Da non dimenticare un filtro protettivo per il sole ad alta protezione per chi intende visitare la Patagonia. E’ importante  non dimenticare una giacca a vento che risulterà sempre comoda.

ANIMALI DOMESTICI
In tutti i punti di ingresso del Paese c´è una delegazione del Ministero del bestiame, dell´agricoltura e della pesca, che è responsabile per l’ingresso di animali domestici. I cani o i gatti che viaggiano dai paesi del Mercosur (quasi tutti quelli dell’America Meridionale), dall’America e dall’Europa, devono presentare un certificato sanitario rilasciato dal Ministero del bestiame nel Paese di origine, attestante il loro stato di salute e la vaccinazione antirabbica. Per gli animali provenienti da altri paesi, si deve gestire previamente l’autorizzazione per l’ammissione, che deve soddisfare le condizioni sanitarie. Per le altre specie di animali, quali gli uccelli, i mammiferi ed i rettili, è necessario gestire, in precedenza, un’autorizzazione di importazione rilasciata dal Ministero stesso.

CIRCOLAZIONE
É necessaria la patente internazionale (modello conforme alla convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968).
Le cinture obbligatorie sui sedili anteriori e posteriori. Di notte bisogna utilizzare gli abbaglianti nelle zone rurali e sulle autostrade. Tutti i veicoli a motore devono avere i fari accesi sia di giorno che di notte nelle provincie di Buenos Aires, Cordoba, Chubut, Mendoza, Rio Negro e Santiago del Estero. Due triangoli sono obbligatori a bordo di tutti i veicoli a 4 ruote. Le vetture private devono avere un estintore a bordo. Riguardo il tasso alcolemico, il limite consentito è 0,05%. La maggior parte delle autostrade sono a pagamento, che avviene in contanti oppure con carte prepagate.

ELETTRICITA’
L’energia elettrica è erogata a 220 volts; sono consigliabili gli adattatori per le prese di corrente a lamelle piatte.

PRIMA DI PARTIRE
Ambasciata Argentina
Piazza dell’Esquilino 2 – 00185 Roma
Tel.: 06 48073300 | Fax: 06 48073352, 06 48073331
E-mail: privada@ambasciatargentina.it
Sito web: www.ambasciatargentina.it

Consolato Argentino
Via Vittorio Veneto 7 – 00187 Roma
Tel.: 06 42016021 | Fax: 06 483586
E-mail: privada@ambasciatargentina.it
Sito web: www.ambasciatargentina.it

SUL POSTO…
Ambasciata d’Italia competente
Calle Billinghurst, 2577 – 1425 Buenos Aires
Tel.: 005411 40112100 | Fax: 005411 40112159
Fuori dell’orario d’ufficio: cell.: 0054 9 11 51134530
E-mail: ambasciata.buenosaires@esteri.it

Consolato Generale d’Italia
Reconquista 572 – 1003 Buenos Aires
Tel.: 005411 41144800 | Fax: 41144799
Fuori dell’orario d’ufficio: cellulare 0054 9 11 45305629
Sito web: www.consbuenosaires.esteri.it
E-mail: info.buenosaires@esteri.it

Consolato Generale d’Italia
Av.da Velez Sarsfield 360 – 5000 Córdoba
Tel. centralino: 0054351 526.1000/1/2/3 – 0054351 526.1032
Fax principale:0054351 5261010/5261010
Fax passaporti: 0054351 5261029
Cellulare di reperibilità per casi di emergenza:0054 9 351 6137892
E-mail: segreteria.cordoba@esteri.it
Sito web: www.conscordoba.esteri.it

« (Previous Post)
(Next Post) »

Comments are Closed