Destinazioni

now browsing by category

 

GALLERY IRLANDA

IRLANDA PROGRAMMA DI VIAGGIO – ESTENSIONI E TOURS

PESCA IN MARE IN IRLANDA


Periodo: da Giugno ad Ottobre
QUOTA a partire da EURO 1.540 per persona (con un minimo di 4 pescatori)

La quota comprende:
– volo Ryanair Italia/Dublino e ritorno
– noleggio auto tipo Volkswagen Polo o similare con km illimitati inclusi
– 7 notti di pernottamento in bed & breakfast con sistemazione in camere doppie
– 2 giorni di pesca in mare agli squali con barca e guida tutto incluso (base 4 pescatori)
– 4 giorni di pesca alle spigole con guida (base 4 pescatori)
– assicurazione medico bagaglio

La quota non comprende:
– assicurazione annullamento facoltativa (euro 50 per persona)
– bevande e pasti non segnalati, extra personali e tutto quanto non specificato in “La quota comprende”

Programma di viaggio
1° giorno: Partenza con volo dall’Italia per Dublino. All’arrivo noleggio dell’auto, trasferimento per Union Hall o Dungarvan, sistemazione in bed & breakfast di varie tipologie. Trattamento di pernottamento e prima colazione.
Le strutture si trovano a circa 4 ore dall’aeroporto, in zona strategica per pescare.
Dal 2° al 7° giorno: tempo a disposizione per pescare spigole e squali.
8° giorno: Trasferimento in aeroporto, rilascio dell’auto a noleggio e partenza per l’Italia.

IRLANDA

Si dice che chi visita l’Irlanda non riesca più a dimenticarla, e questo è probabilmente uno di quei casi in cui una diceria corrisponde a verità. Soprannominata l’Isola di Smeraldo o la Tigre celtica, terra di musica, leggenda e croci celtiche, l’Irlanda è un luogo di straordinaria bellezza ricco di magia anche grazie a una tradizione popolare ancora molto viva, legata al mondo di elfi, fatine e boschi. Terra natale di scrittori straordinari dal calibro di James Joyce, Oscar Wilde, Beckett e dalla musica travolgente e persone accoglienti, l’Irlanda è disseminata di monumenti, castelli e di innumerevoli impronte dei secoli passati, ricchi di fatti eroici, ma anche di sanguinose battaglie, che consentono a storia e leggenda di mescolarsi in modo assolutamente affascinante.
Una precisazione a proposito della terminologia: il termine Irlanda si riferisce a tutta l’isola; l’Eire (o anche South in inglese) è la Repubblica d’Irlanda, mentre l’Irlanda del Nord in inglese è chiamata spesso semplicemente ‘North’. La Repubblica d’Irlanda è un paese indipendente, l’Irlanda del Nord fa parte del Regno Unito.

Geografia
L’isola d’Irlanda è bagnata ad ovest dall’Oceano Atlantico ed a nord-est dal Canale del Nord. A est invece c’è il Mare d’Irlanda che si riconnette all’oceano a sud-ovest tramite il Canale di San Giorgio ed il Mare Celtico. La costa occidentale dell’Irlanda consiste per lo più di scogliere (tra cui le celeberrime Cliffs of Moher), ampie baie circolari ricche di isole e spiagge che mutano velocemente con la marea, mentre quella meridionale da lunghe penisole, spiagge lunghissime e insenature molto strette.
Il territorio vicino alla costa è formato spesso da colline e basse montagne; per il resto quasi tutto il territorio centrale è composto di pianure e prati, attraversati da vari fiumi, il più lungo dei quali, lo Shannon, forma già da solo numerosi laghi o “loughs”. Il centro della nazione è formato da paludi dello Shannon, con vaste distese di torba, usata per la combustione.

Storia
Tra il V e il IV secolo a.C in Irlanda si insediarono i gaeli, una popolazione di origine celtica. Dopo il 400 ebbe inizio l’opera di evangelizzazione a cura dei missionari cristiani, tra cui il monaco Patrizio, diventato poi patrono dell’isola. Nel XII secolo gli inglesi ne cominciarono la conquista e nel 1541 il sovrano inglese Enrico VII si proclamò re d’Irlanda. Dopo la nascita del Partito irlandese e il manifestarsi di volontà autonomiste, il parlamento inglese riconobbe l’identità nazionale d’Irlanda, ma fu solo nel 1921 che le 26 contee del sud del paese (a maggioranza cattolica) ottennero l’indipendenza. Le 6 contee del nord, a forte presenza protestante, restarono unite alla Gran Bretagna formando l’Irlanda del Nord. Dal 1º gennaio 1801 fino al 6 dicembre 1922 l’Irlanda fece parte del Regno Unito (di Gran Bretagna e Irlanda). Dopo vari tentativi per raggiungere l’indipendenza, nel 1921 venne negoziato il Trattato Anglo-Irlandese. In ambito internazionale fu riconosciuto uno Stato irlandese con il nome di Stato Libero d’Irlanda (Irish Free State) che avrebbe dovuto coprire in teoria l’intera isola, ma venne concordato che l’Irlanda del Nord (già autonoma) potesse scegliere se rimanere sotto il Regno Unito, e così avvenne. La nuova Costituzione del 1937 sostituì l’Irish Free State con un nuovo Stato, l’Éire o, in lingua inglese, Ireland (Irlanda). Sebbene questa struttura costituzionale dello Stato prevedesse un presidente invece che un re, non era una repubblica effettiva. Il re, infatti, rimaneva il simbolo politico che rappresentava la nazione. Il Republic of Ireland Act del 1948 dichiarò l’Éire una repubblica, uscendo dalla Commonwealth e dando al Presidente della Repubblica anche quel ruolo di rappresentanza effettivo. L’Irlanda entrò a far parte delle Nazioni Unite e dell’Unione europea. I governi irlandesi hanno spesso auspicato una pacifica riunificazione dell’isola e hanno cooperato con la Gran Bretagna per dissipare i violenti conflitti fra i gruppi paramilitari nel Nord Irlanda, conosciuti come i Troubles. Un accordo di pace per l’Irlanda del Nord approvato nel 1998 è in fase di attuazione.

Info e consigli di viaggio

Programma di viaggio – Estensioni e Tours

Gallery

GALLERY LAPPONIA SVEDESE

Gallery Corrientes

DSC_0707

IMG_1203

mouse pattern 1

ARGENTINA – CORRIENTES

paisaje tuning testata

A 1.074 km. da Buenos Aires si trova la provincia di Corrientes, fiancheggiata da uno dei fiumi più ampi del mondo, il Parana, che si estende per 750 km. di costa con spiagge, monti e burroni. Antica foce e letti abbandonati del Parana hanno formato, con il passare del tempo, un’indipendente e complessa rete di terre umide, pantani, lagune, dighe e corsi di origine pluviale. Con un’estensione di 1.400,00 ettari, gli Esteros dell’Ibera rappresentano la seconda zona umida più grande del Sudamerica.Questo tipo d’acqua cristallina è l’habitat del Dorado e di altre specie che rendono Corrientes una destinazione impareggiabile per chi ama la pesca sportiva.
La diversità della sua natura permette la realizzazione di diverse attività, da quelle agrarie, vincolate al turismo rurale, alle passeggiate, gite in bicicletta, a cavallo. Si possono fare trekking, mountain bike, passeggiate in 4X4, safari fotografici, avvistamento di fauna e flora con diversi circuiti d’interpretazione. Le sue acque permettono innumerevoli sport: passeggiate in motoscafo o in gommone, su barche a vela, a motore, canottaggio, kayak, sci acquatico, jet ski o windsurf.

Programma di viaggio

Fly Fishing Info

Hotel e Lodge

Info e consigli di viaggio

Commenti e racconti di viaggio

Gallery

BRITISH COLUMBIA PROGRAMMA DI VIAGGIO – ESTENSIONI E TOURS

P1020507

Programma di viaggio
1° giorno: arrivo a Vancouver e coincidenza per Terrace, una volta all’aeroporto di Terrace le guide si occuperanno del trasferimento al lodge (mezzora di auto).
Dal 2° al 7° giorno: giorni di pesca accompagnati da guide autorizzate nei vari fiumi della zona con barche e fuoristrada a disposizione.
8° giorno: trasferimento in aeroporto per i voli di rientro.

P1020844

PENISOLA DI KOLA PROGRAMMA DI VIAGGIO – ESTENSIONI E TOURS

Programma di viaggio
1° giorno: arrivo a Murmansk in serata e trasferimento in Hotel.
2° giorno: trasferimento a Cawanga, passando per il paese di Umba, attraversando il fiume Varzuga e proseguendo nella tundra. Arrivo in serata.
Dal 3 all’8° giorno: pesca con il Responsabile del lodge e il figlio come guide, 3 pasti al giorno, trasferimento lungo i 20 km di fiume con il cingolato sempre a disposizione.
9° giorno: trasferimento a Murmansk e volo di rientro in serata.
10° giorno: arrivo in Italia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

DANIMARCA PROGRAMMA DI VIAGGIO – ESTENSIONI E TOURS

Programma di viaggio

1. 6 GIORNI DI PESCA ALLE TROTE DI MARE

Arrivo all’aeroporto di Copenhagen (2h e 20 min) o di Billund (1h 30 min); trasferimento al Lodge.
Aperitivo di benvenuto al lodge

7 notti in camera con servizi privati, wi-fi internet free. Soggiorno in pensione completa (include: colazione a buffet + pranzo sul luogo di pesca a base di sandwich, bibita e snack + abbondante cena al ristorante del lodge – drinks e dessert esclusi)

Briefing iniziale sulla pesca alle trote di mare in Danimarca con Omar Gade (Omar Gade è una delle sole 20 guide di pesca sportiva professioniste certificate dalla federazione nazionale di pesca danese, è iscritto al Guide Association program dell’FFF, ed è capitano IGFA certificato. Parla fluentemente italiano, danese, inglese).

1 giornata con guida di pesca (guide professioniste certificate dalla federazione danese).

5 giornata di pesca da soli (il nostro staff vi consiglia su dove e come pescare quotidianamente)

Trasferimento in aeroporto per il volo di ritorno.

LICENZA DI PESCA ESCLUSA

minimo 2 partecipanti

2. 3 GIORNI DI PESCA AL LUCCIO

Arrivo all’aeroporto di Copenhagen (2h e 20 min) o di Billund (1h 30 min); trasferimento al Lodge.
Aperitivo di benvenuto al lodge

4 notti in camera con servizi privati, wi-fi internet free. Soggiorno in pensione completa (include: colazione a buffet + pranzo sul luogo di pesca a base di sandwich, bibita e snack + abbondante cena al ristorante del lodge – drinks e dessert esclusi)

Briefing iniziale sulla pesca al luccio in Danimarca con Omar Gade (Omar Gade è una delle sole 20 guide di pesca sportiva professioniste certificate dalla federazione nazionale di pesca danese, è iscritto al Guide Association program dell’FFF, è l’unico capitano IGFA certificato di Danimarca. Parla fluentemente italiano, danese, inglese).

3 giorni di pesca al luccio con guida / accompagnatore di pesca tutti i giorni

Belly boat / barca inclusa (a seconda delle acque)

N.B: la pesca ai lucci avverrà sia in acque pubbliche sia in acque private, esclusive, dove pescano esclusivamente gli ospiti del lodge.

Trasferimento in aeroporto per il volo di ritorno.

LICENZA DI PESCA ESCLUSA

minimo 3 partecipanti

DANIMARCA

La Danimarca è una terra che ha molto da offrire al visitatore, con le innumerevoli meraviglie naturali che spaziano fra paesaggi verdeggianti e scorci mozzafiato. É un luogo che il turista non si aspetta, lontano dall’immaginario turistico moderno, placido e bellissimo nel suo mix tra antico e moderno.

Geografia
Il territorio della Danimarca è formato da una sezione peninsulare, lo Jutland, circondata sul lato occidentale dal mare del Nord e su quello orientale dal Kattegat dal mar Baltico e da 406 isole, di cui le più importanti sono la Zelanda e la Fionia, nella parte settentrionale dell’Europa.

Storia
La Danimarca ha origine dalla colonizzazione della tribù dei Dani o Danesi, provenienti con probabilità dalla Svezia, intorno al 500 d.C. Il primo insediamento abitativo di queste tribù venne stabilito nello Jutland. Nell’800 inizia l’epoca vichinga e il primo re di cui si ha notizia è Gorm Il Vecchio che regnò nella prima metà del X secolo.
Altri eventi e periodi significativi nella storia della Danimarca, sono rappresentati dalla Regina Margherita I, La Grande, che realizzò l’unione dei tre regni di Danimarca, Svezia e Norvegia (la cosiddetta unione di Kalmar nel 1397). Sotto Margherita ci fu un lungo periodo di prosperità. Con Cristiano I sale al trono la famiglia degli Oldenburg. Segue il regno di Cristiano II, sotto il quale la Svezia uscì dall’unione, era il 1523. La guerra dei Trent’anni è un altro evento importante per la Danimarca: inizia con il conflitto con la Svezia e si conclude con gravi perdite di territorio da parte della Danimarca. Nel 1660 Federico III trasforma la monarchia danese in monarchia ereditaria. Inizialmente neutrale nelle guerre napoleoniche, nel 1807 la Danimarca si trova a combattere gli inglesi che distruggono la flotta e prendono Copenhagen. Nel 1808 la Danimarca si allea con la Francia di Napoleone che deve affrontare i russi e i tedeschi ai quali nel frattempo si è unita la Svezia. Nel 1814 la pace di Kiel sancisce la perdita della Norvegia che la Danimarca dovette cedere alla Svezia. Nel 1864 con la pace di Vienna termina la guerra con austriaci e prussiani e la Danimarca perde ulteriori territori. Nel 44 l’Islanda si separa dalla Danimarca e nel 1953 entra il vigore la nuova Costituzione. Dal 73 la Danimarca fa parte dell’Unione Europea, anche se non ha ancora adottato l’euro.

La Danimarca è una monarchia parlamentare.

Info e consigli di viaggio

Hotel & Lodge

Programma di viaggio – Estensioni e Tours