Finlandia

Finlandia

La Finlandia è un paese che va al di là di semplici classificazioni e di facili stereotipi: così lontana e diversa da noi eppure così affascinante, capace di suscitare curiosità e attrazione. In passato era considerata una meta turisticamente poco appetibile rispetto agli altri paesi dell’area scandinava mentre oggi sta diventando una delle destinazioni turistiche più ambite d’Europa. Questo perchè la prima impressione che la Finlandia trasmette è quella di trovarsi di fronte ad un paese ancora da scoprire e questo è già di per sé un forte motivo di fascino per chiunque coltivi una vena da esploratore e poi trasmette una grande e unica sensazione di libertà! É questo che si prova spostandosi da una parte all’altra del paese, percorrendo gli immensi spazi incontaminati, dove la presenza dell’uomo è ridotta davvero al minimo. Niente traffico, niente resse o file ma silenzio e natura intatta. Il grande spettacolo in Finlandia ovviamente lo dà la natura, ricchissima e superba: gli splendidi paesaggi lacustri, la pianeggiante distesa della tundra artica, la magica Lapponia, le silenziose distese innevate e le rigogliose foreste; ancora la suggestiva aurora boreale, il fascino delle notti estive piene di luce, la magia di Santa Claus, senza tralasciare la cultura e le tradizioni.

Geografia
La Finlandia è un Paese dell’Europa del nord, facente parte della regione nota come Fennoscandia e della Penisola Scandinava. Confina con la Svezia a ovest, la Norvegia a nord e la Russia ad est, mentre l’Estonia si trova a sud sul Golfo di Finlandia.

Storia
La maggior parte della storia finlandese è legata a doppio filo con le altre regioni scandinave che caratterizzano la Penisola in cui si trova. Non è ancora ben chiaro l’origine degli abitanti finlandesi, se la popolazione di queste zone sia dipesa da correnti migratorie dall’Europa centrale oppure dal territorio russo. In ogni caso, la regione era già abitata fin dalla preistoria, con testimonianze che risalgano già all’8000 a.C (i Suomusjärvi). Nel 4000 a.C. furono sostituiti da una cultura senza nome che ha lasciato numerose testimonianze di bellissimi vasi. Per molto tempo la regione rimase autonoma dal resto dell’Europa e fu soltanto cento anni prima di Cristo che cominciarono i primi scambi commerciali con le zone dell’Europa centrale, testimoniati da alcuni ritrovamenti di produzioni romane. Gli scambi divennero stabili dal VII secolo con l’avvento della civiltà vichinga.
Fino all’anno Mille, tuttavia, la Finlandia non aveva un’organizzazione politica unitaria ed era suddivisa in più etnie spesso in lotta tra loro per il predominio, tra cui le maggiori erano i Finni, i Sami e i Careli. Questo la rese appetibile alla Svezia e la Russia, già organizzate politicamente: fu la Svezia ad avere successo conquistando il territorio finlandese a partire dalla metà dell’XII secolo. Tuttavia, la parte settentrionale entrò nell’orbita russa con il Trattato di Noteborg del Trecento, dando il via a notevoli differenze culturali rispetto al resto del territorio finlandese (a differenza degli svedesi, infatti, i russi erano ortodossi). Da quel momento e fino al XIX secolo, Svezia e Finlandia percorsero una storia comune, e il territorio finlandese se fu da un lato protetto dagli assalti russi, dall’altro subì un inevitabile assorbimento graduale alla cultura svedese, la cui lingua divenne quella ufficiale. L’eterna lotta tra Svezia e Russia, però, gettò il seme nazionalista tra la gente finlandese, soprattutto in seguito alle Guerre del Nord tra le due potenze durante il Settecento. Nel 1809 la Finlandia fu ceduta alla Russia e cominciò un secolo di dominio degli Zar. Lo Stato indipendente della Finlandia vide quindi luce soltanto nel 1917 a seguito della rivoluzione bolscevica che instaurò la Repubblica Sovietica in Russia concedendo l’indipendenza ai finlandesi.
Oggi è una Repubblica parlamentare con capitale Helsinki.

Programma di viaggio – Estensioni e Tours

Hotel & Lodge

Fly Fishing Info

Info e consigli di viaggio

Gallery

« (Previous Post)
(Next Post) »

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>