IRLANDA

Si dice che chi visita l’Irlanda non riesca più a dimenticarla, e questo è probabilmente uno di quei casi in cui una diceria corrisponde a verità. Soprannominata l’Isola di Smeraldo o la Tigre celtica, terra di musica, leggenda e croci celtiche, l’Irlanda è un luogo di straordinaria bellezza ricco di magia anche grazie a una tradizione popolare ancora molto viva, legata al mondo di elfi, fatine e boschi. Terra natale di scrittori straordinari dal calibro di James Joyce, Oscar Wilde, Beckett e dalla musica travolgente e persone accoglienti, l’Irlanda è disseminata di monumenti, castelli e di innumerevoli impronte dei secoli passati, ricchi di fatti eroici, ma anche di sanguinose battaglie, che consentono a storia e leggenda di mescolarsi in modo assolutamente affascinante.
Una precisazione a proposito della terminologia: il termine Irlanda si riferisce a tutta l’isola; l’Eire (o anche South in inglese) è la Repubblica d’Irlanda, mentre l’Irlanda del Nord in inglese è chiamata spesso semplicemente ‘North’. La Repubblica d’Irlanda è un paese indipendente, l’Irlanda del Nord fa parte del Regno Unito.

Geografia
L’isola d’Irlanda è bagnata ad ovest dall’Oceano Atlantico ed a nord-est dal Canale del Nord. A est invece c’è il Mare d’Irlanda che si riconnette all’oceano a sud-ovest tramite il Canale di San Giorgio ed il Mare Celtico. La costa occidentale dell’Irlanda consiste per lo più di scogliere (tra cui le celeberrime Cliffs of Moher), ampie baie circolari ricche di isole e spiagge che mutano velocemente con la marea, mentre quella meridionale da lunghe penisole, spiagge lunghissime e insenature molto strette.
Il territorio vicino alla costa è formato spesso da colline e basse montagne; per il resto quasi tutto il territorio centrale è composto di pianure e prati, attraversati da vari fiumi, il più lungo dei quali, lo Shannon, forma già da solo numerosi laghi o “loughs”. Il centro della nazione è formato da paludi dello Shannon, con vaste distese di torba, usata per la combustione.

Storia
Tra il V e il IV secolo a.C in Irlanda si insediarono i gaeli, una popolazione di origine celtica. Dopo il 400 ebbe inizio l’opera di evangelizzazione a cura dei missionari cristiani, tra cui il monaco Patrizio, diventato poi patrono dell’isola. Nel XII secolo gli inglesi ne cominciarono la conquista e nel 1541 il sovrano inglese Enrico VII si proclamò re d’Irlanda. Dopo la nascita del Partito irlandese e il manifestarsi di volontà autonomiste, il parlamento inglese riconobbe l’identità nazionale d’Irlanda, ma fu solo nel 1921 che le 26 contee del sud del paese (a maggioranza cattolica) ottennero l’indipendenza. Le 6 contee del nord, a forte presenza protestante, restarono unite alla Gran Bretagna formando l’Irlanda del Nord. Dal 1º gennaio 1801 fino al 6 dicembre 1922 l’Irlanda fece parte del Regno Unito (di Gran Bretagna e Irlanda). Dopo vari tentativi per raggiungere l’indipendenza, nel 1921 venne negoziato il Trattato Anglo-Irlandese. In ambito internazionale fu riconosciuto uno Stato irlandese con il nome di Stato Libero d’Irlanda (Irish Free State) che avrebbe dovuto coprire in teoria l’intera isola, ma venne concordato che l’Irlanda del Nord (già autonoma) potesse scegliere se rimanere sotto il Regno Unito, e così avvenne. La nuova Costituzione del 1937 sostituì l’Irish Free State con un nuovo Stato, l’Éire o, in lingua inglese, Ireland (Irlanda). Sebbene questa struttura costituzionale dello Stato prevedesse un presidente invece che un re, non era una repubblica effettiva. Il re, infatti, rimaneva il simbolo politico che rappresentava la nazione. Il Republic of Ireland Act del 1948 dichiarò l’Éire una repubblica, uscendo dalla Commonwealth e dando al Presidente della Repubblica anche quel ruolo di rappresentanza effettivo. L’Irlanda entrò a far parte delle Nazioni Unite e dell’Unione europea. I governi irlandesi hanno spesso auspicato una pacifica riunificazione dell’isola e hanno cooperato con la Gran Bretagna per dissipare i violenti conflitti fra i gruppi paramilitari nel Nord Irlanda, conosciuti come i Troubles. Un accordo di pace per l’Irlanda del Nord approvato nel 1998 è in fase di attuazione.

Info e consigli di viaggio

Programma di viaggio – Estensioni e Tours

Gallery


Comments are Closed