ARGENTINA – JURASSIC LAKE

IM_2014_054_0003

Incredibile varietà di culture, tradizioni e paesaggi; terra dei laghi, di suggestivi canyon, delle cascate Iguazu, dei desolati paesaggi della Patagonia, della cordigliera delle Ande, paese dalla storia di contrasti e di grandi sollevazioni popolari… l’Argentina non mancherà di stupirvi ed emozionarvi.

Il nome “Argentina” deriva dal latino “argentum” ed è associato alla leggenda della Sierra del Plata (in spagnolo “montagna d’argento”), un leggendario tesoro in argento che i colonizzatori spagnoli ritenevano si trovasse da qualche parte in Sudamerica. La leggenda era già diffusa all’inizio del XVI secolo, epoca in cui gli spagnoli battezzarono Rio de la Plata (“fiume d’argento”) l’estuario dei fiumi Uruguay e Paraná, ritenendo che seguendo il loro corso si potesse giungere alla Sierra del Plata. Non vi sono elementi che indichino un fondamento oggettivo della leggenda; lo stesso bacino del Rio de la Plata non è particolarmente ricco di miniere d’argento (i più grandi giacimenti d’argento si trovano nelle Ande, a oltre 1500 km di distanza).

Geografia
Confina a nord con la Bolivia e il Paraguay, a nordest con Brasile e Uruguay, a est con l’Oceano Atlantico, a ovest con il Cile e a sud sempre con il Cile e le acque atlantiche del Passaggio di Drake.
L’Argentina può essere suddivisa in quattro grandi aree geofisiche: le pianure fertili della Pampa nel centro del paese, una distesa piatta caratterizzata da un misto di espansioni umide e secche e fonte del benessere agricolo argentino; il plateau della Patagonia nella metà meridionale fino alla Terra del Fuoco, steppe tenute a pascolo e aree glaciali; le piane subtropicali del Gran Chaco a nord, fertili pianure e foreste pluviali subtropicali; la catena delle Ande lungo il confine occidentale con il Cile, aridi bacini, colline coltivate a vigne, montagne glaciali e regione dei laghi.

Storia
I primi segni della presenza umana in Argentina si trovano in Patagonia (Piedra Museo, Santa Cruz), e risalgono all’11.000 a.C. Attorno all’anno 1 d.C. diverse civilizzazioni basate sul mais si svilupparono nella regione delle Ande Occidentali (Santa María, Huarpes, Diaguitas, Sanavirones, tra le altre).
Nel 1480, l’Impero Inca conquistò l’odierna parte nord-occidentale dell’Argentina, integrandola in una regione chiamata Collasuyu. Nell’area nord-orientale, i Guaraní svilupparono una cultura basata sulla yucca e la patata dolce. Le aree centrali e meridionali (Pampa e Patagonia) vennero dominate da culture nomadi, unificate nel XVII secolo dai Mapuche Buenos Aires nel 1536. Gli esploratori europei arrivarono nel 1516, anno in cui Juan Diaz de Solis toccò l’estuario del Rio de la Plata. Ciò favorì lo sviluppo della colonia cui mirarono anche i Portoghesi installatisi sulla sponda orientale del fiume. Nel 1776 la colonia fu elevata a vicereame e, con il suo sviluppo, si formarono anche le prime aspirazioni all’indipendenza poi maturatesi in età napoleonica. Nel 1810 i patrioti sostituirono al viceré una Giunta governativa provvisoria del Rio de la Plata cosa che rappresentò il distacco definitivo dalla Spagna. La vita interna del Paese fu subito agitatissima: proclamata ufficialmente l’indipendenza (1816), l’Argentina fu scossa da una serie di dittature, guerre e colpi di stato. Dopo quello del giugno 1943 cominciò l’ascesa politica del colonnello J.D. Peron (1946-1955), ma nel 1955 un colpo di stato lo costrinse all’esilio e ciò diede inizio a quasi 30 anni di governo militare, con solo brevi intervalli di governo civile. Nel 1976 iniziò il governo militare del generale Videla che avviò un regime di terrore. Mentre la situazione economica dell’Argentina andava precipitando, il colpo di grazia ai militari argentini venne dalla sconfitta nella guerra delle Falklands (1982) cosicchè furono costretti a restituire il governo in mani civili. Nel 1983 fu eletto presidente R. Alfonsin cui succedette, nel 1989, C. Menem. I pesanti costi sociali delle riforme economiche volute da Menem portarono all’elezione nel 1999 di Fernando De La Rua impegnatosi nella lotta alla corruzione e nella ripresa dei processi contro numerosi esponenti della dittatura militare ma costretto a dimettersi in seguito alla gravissima crisi economica scoppiata alla fine del 2001. L’Argentina, ufficialmente Repubblica Argentina, è una repubblica federale.

Programma di viaggio – Estensioni e Tours

Fly Fishing Info

Hotel & Lodge

Info e consigli di viaggio

Commenti e racconti di viaggio

Gallery

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>