Polonia

IMG_0235

Polonia; un paese che sfoggia una grande varietà di paesaggi: dalle vette dei Carpazi a sud, spezzati dal massiccio dei Tatra, alle immense pianure costellate di laghi e ricoperte di foreste del nord-est, fino alle bianche spiagge del Baltico, ricche di miniere di ambra.
La Polonia è un mix di vecchio e nuovo, tra le antiche città o quelle meticolosamente ricostruite dalle macerie della Seconda Guerra Mondiale, i bellissimi castelli medioevali e le severe strutture dell’occupazione nazista.

Geografia
La Polonia, situata nell’Europa centrale, confina a ovest con la Germania, a sud con la Repubblica Ceca e la Slovacchia, a est con l’Ucraina e la Bielorussia, a nordest con la Lituania e con la Russia e a nord è bagnata dal Mar Baltico.
Nel paesaggio della Polonia si distinguono tre grandi fasce longitudinali:
I. A nord la costiera baltica (il Litorale Baltico Meridionale) e il retroterra lacustre (Pomerania e Masuria). La costiera consiste in spiagge ampie e sabbiose, dune, formazioni lacustri, bacini, cordoni litorali, fiumi, isole e foreste. Domina il litorale basso, ma vi sono anche punti di alta scogliera.
II. La fascia comprende le grandi pianure di Slesia, Wielkopolska e Masovia e occupa una parte consistente della superficie del paese. Il paesaggio è dominato da arativo e prato, ampie vallate fluviali e tettoniche. Ma sono presenti anche rilievi, contrafforti morenici, laghi, terreni paludosi e complessi forestali compatti detti “puszcze”.
III. Al sud della Polonia il paesaggio muta completamente d’aspetto. Vi dominano gli altipiani (Slesia, Cracovia-Częstochowa, Kielce-Sandomierz e Monti Świętokrzyskie, Lublino con il massiccio del Roztocze), le montagne (Sudati, Carpazi), ma sono presenti anche vallate come quella di Oświęcim e di Sandomierz.

Storia
Lo stato polacco ha una storia lunga più di un millennio.
L’antico regno polacco cominciò a prendere una forma unitaria nella metà del X secolo, sotto Mieszko (Miecislao) della dinastia dei Piast.
Nel XII secolo, la Polonia si frammentò in molti piccoli stati, che nel 1241 vennero depredati dalle armate Mongole dell’Orda d’Oro. Sotto la dinastia Jagellone, venne accordata un’alleanza con la vicina Lituania, e l’epoca d’oro arrivò nel XV secolo con l’unione tra i due stati (Unione di Lublino), nella Confederazione Polacco-Lituana.
Nel XVI secolo, sotto la dinastia dei Jagelloni, e specialmente sotto Jan III Sobieski, era uno dei paesi europei più potenti e influenti, per poi cessare di esistere per 123 anni, in quanto spartita tra Russia, Austria e Prussia.
L’indipendenza venne riguadagnata nel 1918, in seguito alla prima guerra mondiale, come Seconda Repubblica di Polonia. Dopo la seconda guerra mondiale, divenne uno stato satellite dell’Unione Sovietica, conosciuto come Repubblica Popolare Polacca. Nel 1989, le prime elezioni parzialmente libere dopo la seconda guerra mondiale, si conclusero con il movimento per la libertà che vinse contro il partito comunista.
La Polonia è una repubblica parlamentare, membro dell’Unione europea, della NATO e dell’ONU. Fa inoltre parte degli Accordi di Schengen.

Info e consigli di viaggio

Hotel & Lodge

Commenti e racconti di viaggio

Gallery

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>