crociere

now browsing by tag

 
 

Crociere

Sicuramente la crociera è il massimo per chi alla vacanza pensa di abbinare qualche uscita di pesca.
Il Dhoni (che sia quello di appoggio a tutte le barche da crociera o uno noleggiato appositamente in caso di gruppi misti sub-pescatori) è una barca che si presta ottimamente alle nostre esigenze, si comporta molto bene anche con mare formato, ha poppa molto larga con la possibilità di posizionare più canne, comode panchine e una copertura che garantiscono ombra e possibilità di relax nei rari momenti di pausa tra una cattura e l’altra.

LE BARCHE:
M/Y Duca di York
Esclusiva Albatros Top Boat

_MG_7412Duke of York (132)Duke of York (83)

RAFFINATO ED ESCLUSIVO
Un raffinato yacht varato nel 2010, sintesi dell’abilità di architetti e ingegneri navali locali. Il Duca di York è il nuovo modo di vivere una magnifica avventura marina. Tre ponti, solarium, bar, boutique, libreria, giochi di società, punto internet, TV, impianto audio/video/dvd con numerosi filmati e musica, completano i servizi per una piacevole e varia vacanza a bordo.
INTERNI & PONTI ESTERNI
Il Duca di York, dispone di 10 cabine (4 triple e 6 doppie, per un totale di 20 pax in sistemazione doppia e 25 in tripla) con aria condizionata indipendente ed oblò /finestra, dotate di spaziosi bagni con acqua calda e fredda e box doccia.
L’ampio ed elegante salone dispone di un’area bar e comodi divani per un piacevole relax mentre il ristorante è situato all’esterno con una bellissima vista mare.
Sul primo ponte a poppa e sul secondo ponte a prua, vi sono le zone relax all’aperto con comodi divani, mentre il sun deck dell’ultimo ponte è attrezzato con lettini prendisole.
La cucina a bordo, particolarmente curata, con colazione pranzo e cena a buffet o servizio ai tavoli, è basata su piatti Italiani e internazionali ricchissimi di ottimo pesce fresco. Possibili cene a “lume di candela” con aragosta e champagne potranno allietare le vostre serate.
Equipaggio costituito da 9 persone più 3 istruttori/divemaster.
CENTRO MASSAGGI
Sul Duca di York potrete rilassarvi con i trattamenti ayurvedici e massaggi con fragranze naturali proposti da esperti terapisti attenti al benessere del vostro corpo e al vostro completo relax. .
Massaggi specifici a base di erbe e oli aromatici infonderanno nuova energia ai vostri sensi e al vostro corpo.
Massaggiatore presente tutto l’anno.

M/Y Conte Max
Esclusiva Albatros Top Boat

_MG_6534Conte Max (19)Conte Max (95)

LUSSO E BENESSERE
Design e standard qualitativi eccellenti, per uno yacht di 33 metri di lunghezza e 10 di larghezza, di cantieristica maldiviana, pronto a soddisfare le esigenze di una clientela di alto livello.
Tre ponti, solarium, bar, boutique, libreria, giochi di società, WI-FI, TV, impianto audio/video/dvd con numerosi filmati e musica, completano i servizi per una piacevole e varia vacanza a bordo. Le pregiate rifiniture in legno e i pavimenti in parquet aggiungono fascino e vivibilità a questa bellissima imbarcazione.
SERVIZIO ESCLUSIVO
Offriamo crociere personalizzate con programmi, tragitti e tipologie di immersioni per soddisfare le esigenze dei nostri ospiti; anche i non subacquei possono godere appieno della vacanza con programmi organizzati su misura che includono lo snorkelling, le escursioni, la pesca ed i momenti di relax. Esclusiva Albatros Top Boat
INTERNI & PONTI ESTERNI
Il Conte Max, completamente ristrutturato nel 2013, dispone di otto cabine (4 doppie e 4 matrimoniali con possibilità di terzo letto) eleganti e confortevoli con aria condizionata indipendente, dotate di spaziosi bagni con acqua calda e fredda e box doccia. Nell’elegante salone si trova la sala da pranzo con angolo salotto, mentre il secondo ristorante è situato a poppa con stupenda vista mare.
Sul primo ponte a poppa, vi è la zona relax all’aperto con comodi divani, mentre il secondo ponte ed il sun deck sono attrezzati con lettini prendisole.
La cucina a bordo, particolarmente curata, con colazione pranzo e cena a buffet o servizio ai tavoli, è basata su piatti Italiani e internazionali ricchissimi di ottimo pesce fresco. Possibili cene a “lume di candela” con aragosta e champagne potranno allietare le vostre serate.
Equipaggio costituito da 8 persone più 3 istruttori/divemaster.
CENTRO MASSAGGI
A bordo del Conte Max potrete assaporare pienamente la bellezza idilliaca, rilassante e purificatrice delle Maldive, facendovi coccolare nel centro massaggi, specializzato in trattamenti ayurvedici con massaggiatore presente tutto l’anno.
Massaggi specifici a base di erbe e oli aromatici infonderanno nuova energia ai vostri sensi e al vostro corpo.

Maldive

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Le Maldive sono per eccellenza il paradiso terrestre per tutti coloro che sono alla ricerca di un angolo silenzioso dove regna la pace tra sole, mare e acque cristalline. Chi decide di soggiornare alle Maldive ha a disposizione una pluralità di atolli che comprendono piccole isole ricoperte da sabbia bianca e da una fitta vegetazione tropicale dove trascorre le proprie vacanze godendo di ogni comfort desiderabile e trovare una valida valvola di sfogo per tornare poi carichi alla vita di tutti i giorni. L’incanto di questo paradiso terrestre vi lascerà a bocca aperta. La vita durante un viaggio alle Maldive rallenta i suoi ritmi ed il corpo e lo spirito ne traggono un gran giovamento… Insomma, parola d’ordine “relax”.

Geografia
Le Maldive sono a cavallo dell’Equatore all’altezza del 73° parallelo, a circa 700 km a sud-ovest dello Sri Lanka. Sono un arcipelago costituito da circa 1.190 isole coralline divise in 26 atolli naturali, poggiati su un basamento di roccia calcarea e corallina che ha avuto genesi circa 60 milioni di anni fa nel corso dell’emersione d’imponenti montagne dal fondo dell’Oceano Indiano. Ogni atollo (“atholhu” in lingua dhivehi) è formato da diverse centinaia di isole per la maggior parte deserte. Nell’intero arcipelago infatti, le isole abitate sono circa 200, mentre sono poco più di 100 quelle adibite a villaggi turistici. Le rimanenti sono isole deserte o destinate a scopi agricoli e di sostentamento. Talvolta alcune isole sono costituite solo da un banco di sabbia in emersione, senza alcuna forma di vegetazione.
Le isole sono situate sia all’interno degli atolli, sia lungo la barriera oceanica che delimita l’atollo stesso. Tale barriera separa l’interno dell’atollo, le cui acque sono profonde al massimo 80 metri, dalle più profonde acque oceaniche, proteggendolo dalle mareggiate e dal forte moto ondoso. Le barriere oceaniche sono interrotte da canali detti “pass” (“kandu” in lingua dhivehi) che permettono il ricambio delle acque interne dell’atollo, determinando forti correnti in entrata e in uscita, specialmente durante le maree.
Quasi tutte le isole situate all’interno degli atolli sono poi circondate da una propria scogliera corallina che, accessibile agli appassionati di snorkeling, racchiude spesso anche una laguna poco profonda. Le isole sono formate da una base di sabbia bianca risultante dall’erosione delle barriere coralline da parte del mare, ma anche opera di alcune specie ittiche (come il pesce pappagallo o il pesce balestra titano) che mangiando il corallo lo restituiscono sotto forma di sabbia insieme alle feci.
Caratteristica unica delle isole maldiviane è il cambiamento della loro forma in base al periodo dell’anno. Le spiagge infatti si spostano lungo il perimetro dell’isola in base ai venti, alle correnti ed al moto ondoso.

Storia
La storia di queste isole è molto antica, anche se per lungo tempo si è creduto, presso questo popolo, che la sua origine coincidesse con la conversione all’Islam nel 1153.
Nelle varie ricerche condotte per capire cosa fosse avvenuto prima del 1153 sono state ritrovate pesanti pietre scolpite con simboli del sole, simili alle incisioni Maya e dell’Egitto. Si pensa che i primi colonizzatori fossero i Redin, una civiltà seguace del Dio Sole.
Questa civiltà nel corso degli anni fu assorbita da pescatori o marinai di fede buddista provenienti dall’India meridionale e dallo Sri Lanka ed in un secondo tempo da popolazioni provenienti dall’Africa orientale, dalla Cina e dai paesi arabi.
E’ oramai assodato che le Maldive furono un luogo di sosta e di commercio durante le lunghe navigazioni nell’Oceano Indiano. Noce di cocco, pesce essiccato e la famosa conchiglia ciprea erano solo alcuni dei beni scambiati e venduti. La ciprea, una piccola conchiglia bianca, veniva raccolta e usata come moneta nei paesi affacciati sull’Oceano Indiano. Alcune di queste conchiglie furono poi ritrovate in Norvegia e nell’Africa occidentale.
Nel II secolo d.C. i paesi arabi iniziarono a visitare spesso le isole dell’arcipelago diffondendo in questo modo la loro religione. Dall’epoca della conversione all’Islam in poi, le Maldive videro succedersi 84 sultanati intervallati solo dall’occupazione portoghese, avvenuta nel 1558 e che durò 15 anni, e dalla conquista di Malé, avvenuta nel 1752 per mano di pirati indiani che furono respinti dai soldati maldiviani. Il sultanato insediatosi in seguito durò fino alla costituzione della Repubblica Maldiviana.
Il 16 dicembre 1887 il Sultano delle Maldive firmò un contratto con il governatore britannico di Ceylon (oggi Sri Lanka) che trasformava le Maldive in un protettorato britannico. Il governo britannico promise la protezione e la non interferenza militare nella gestione locale in cambio di un tributo annuale.
Nel 1957 i britannici stabilirono una base RAF nell’atollo di Addu (isola di Gan), dove furono impiegati centinaia di maldiviani. Diciannove anni più tardi il governo britannico decise di lasciare la base, perché troppo onerosa da mantenere.
Il 26 luglio del 1965 le Maldive divennero finalmente uno stato indipendente e tre anni più tardi fu dichiarata la repubblica con il primo ministro, Ibrahim Nasir, eletto come primo presidente.
Nel 1978 Maumoon Abdul Gayoom assunse la carica di presidente e fu rieletto sei volte.
Nel 2008 nelle prime elezioni democratiche delle Maldive, Mohamed Nasheed, l’uomo che era stato imprigionato, torturato e che era diventato il simbolo del movimento delle riforme delle Maldive, è diventato il nuovo Presidente delle Maldive. L’8 febbraio 2012 è stato costretto a rassegnare le dimissioni a causa di un colpo di stato. Il giorno dopo è stato eletto Presidente il Dr. Mohammed Waheed Hassan, vice Presidente durante il mandato di Nasheed.
Il 16 novembre 2013 è stato eletto il nuovo Presidente delle Maldive: Abdulla Yameen.
In accordo con la Costituzione, il Presidente è il capo dello stato, dell’esecutivo e dei quarantotto membri del Parlamento.
Le Maldive sono una repubblica presidenziale, membro del Commonwealth dal 1982 e membro dell’Onu dal 1965.

 

Crociere alle Maldive – barche/yachts
Estensioni e Tours
Fly Fishing Info
Commenti e racconti di viaggio
Info e consigli di viaggio
Gallery