Info

now browsing by category

 

PERU’ – INFO E CONSIGLI DI VIAGGIO

Per ulteriori informazioni e notizie dell’ultima ora: http://www.viaggiaresicuri.it/paesi.html

EMERGENZE
Soccorso stradale: 0051 1 2119999 – Polizia: 105 – Pompieri 116 (anche per il servizio d’ambulanza in caso di incidenti) – Servizio gratuito di assistenza telefonica: 104.

AVVERTENZE
Le condizioni igienico-sanitarie del Paese richiedono di adottare precauzioni per evitare disturbi intestinali e malattie quali l’epatite (A), la dissenteria, il tifo. Si manifestano con frequenza focolai di colera in estate (gennaio-marzo), soprattutto nelle zone periferiche delle città, dove le condizioni igieniche sono assai precarie.
Si fa presente che escursioni nella zona andina potrebbero comportare per alcune persone disturbi dovuti all’altitudine e richiedere la somministrazione di ossigeno.
Si raccomanda di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente.
Negli spostamenti interni, è assolutamente consigliato servirsi solo di autobus delle compagnie di trasporti principali, in quanto sono i soli ad offrire sufficienti garanzie di sicurezza.
Si segnala che il rischio di furto di effetti personali e documenti si è esteso ad ogni centro urbano di interesse turistico. Detti atti vengono compiuti molto frequentemente da finti tassisti, specialmente nei viaggi da e verso gli aeroporti e nei terminal degli autobus.

DOCUMENTI
É necessario il passaporto con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Le Autorità di frontiera potrebbero chiedere di esibire il passaporto nonché il biglietto di andata e ritorno. Per le eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
Per i viaggi all’estero dei minori si prega di consultare il seguente approfondimento: “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero di minori”.
Il visto d’ingresso non è necessario fino a 183 giorni di permanenza nel Paese.

DOGANA
Non esistono restrizioni valutarie all’ingresso nel Paese. L’Euro viene cambiato solo in alcune filiali bancarie, anche se il cambio non è favorevole. Il Dollaro USA è valuta corrente anche per le transazioni commerciali e viene accettato quasi ovunque. Si consiglia di effettuare i cambi esclusivamente nelle banche o nelle agenzie di cambio, al fine di evitare il rischio di ricevere banconote false dai cambisti ambulanti.
Per l’importazione nel Paese di droni ed apparati radiocomandati la normativa peruviana prevede la necessità di un permesso speciale di questo Ministero delle Comunicazioni. Si consiglia quindi di contattare le competenti Autorità per evitare il sequestro del materiale all’arrivo sul territorio peruviano.

VACCINAZIONI
Non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria. Si consigliano, previo parere medico, le seguenti vaccinazioni: febbre gialla, epatite di tipo A e B (endemiche nelle zone andino-amazzoniche). A tale proposito si consiglia di consultare il seguente approfondimento “Sicurezza sanitaria – Malattie infettive e vaccinazioni”.

NORME SANITARIE
Si consiglia di bere solo acqua minerale oppure bollita, filtrata o chimicamente trattata e mangiare pesce e verdure crude solo in ristoranti di ottimo livello.
Le strutture ospedaliere pubbliche sono generalmente carenti sia per personale specializzato che per  mancanza di attrezzature efficienti. Le cliniche e i centri sanitari privati presentano, invece, un buon livello sia di apparecchiature mediche che di personale specializzato ma i costi sono tuttavia elevati.
La reperibilità dei farmaci è buona, anche se si registra, nonostante gli sforzi di repressione delle Autorità locali, una certa incontrollata diffusione sul mercato di farmaci adulterati e falsificati.

LINGUA
Lo spagnolo è la lingua ufficiale del Perù. Il quechua, la lingua dell’Impero inca, è parlato dalle popolazioni nelle regioni dell’entroterra. L’aymara, un altro dialetto degli indios dell’Amazzonia, è parlato nelle regioni del sud. L’inglese (basilare) viene insegnato nella maggior parte delle scuole del paese e utilizzato dalla maggior parte dei fornitori di servizi turistici.

MONETA
La moneta peruviana è il Nuevo Sol.
La valuta più facilmente convertibile è il Dollaro americano, mentre nelle principali città è possibile cambiare anche l’Euro. La cosa migliore in Perù è viaggiare con dollari di piccolo taglio (preferibilmente nuovi e non rovinati).
Le carte di credito possono essere utilizzate nella maggior parte degli alberghi di lusso, ristoranti, negozi e altre strutture turistiche. Aspettatevi di pagare in contanti quando si tratta di piccoli fornitori, ristoranti a conduzione familiare e bancarelle del mercato. Le più accettate sono American Express, VISA, Diners e Mastercard. La carta di credito è molto utile per gli acquisti ed eventuali contrattempi.
Per prelevare contanti molto meglio il Bancomat (contattare la vs Banca e chiedere se la vs carta sia abilitata per i paesi extraeuropei). L’uso dei traveller’s cheque ha delle limitazioni, perciò consigliamo di chiedere se sono accettati dagli stabilimenti visitati prima di ordinare o consumare. Gli ATM si possono trovare nella maggior parte delle principali città del Perù e nelle zone turistiche; sono molto meno comuni nelle zone rurali e piccoli villaggi, assicurarsi di avere abbastanza denaro per coprire gli acquisti quando si viaggia lontano dalle grandi città.

MANCE
La quantità delle mance è variabile e dipenderà dal grado di soddisfacimento rispetto al servizio offerto. È adeguato il 10% del conto.

FUSO ORARIO
Il Perù è a – 6h rispetto all’Italia; – 7h quando in Italia vige l’ora legale.

PER TELEFONARE
Per chiamare il Perù dall’Italia comporre 0051 seguito dal prefisso della località (1 per Lima e Callao) (senza lo 0) e dal numero desiderato. Per chiamare l’Italia dal Perù comporre 0039 seguito dal prefisso della località (con lo 0) ed il numero dell’utente. Per ricevere chiamate dall’Italia, la scelta più comoda è indubbiamente quella di acquistare una sim ricaricabile (chip prepago) di una compagnia telefonica peruviana reperibile in ogni negozio di telefonia e nei centri commerciali). Assicurarsi di avere il roaming globale permesso prima di lasciare il proprio paese. La rete telefonica peruviana è piuttosto buona, non ci sono particolari problemi di comunicazione; anche la telefonia cellulare è sufficientemente sviluppata e usare il proprio cellulare è un’opzione possibile. Gli Internet cafè si trovano nelle grandi città frequentate dai turisti. La connessione internet è meno diffusa nelle zone rurali e remote.

PERIODO MIGLIORE
Considerando che la zona a sud è quella più praticata dal turista, in quanto è qui che si trovano le maggiori attrazioni, il periodo migliore per visitarla sono i mesi tra dicembre e marzo. Il miglior periodo per visitare la cordigliera andina sono i mesi da metà aprile a fine ottobre, che corrispondono alla stagione secca.

CLIMA
In Perù si trovano tre climi: la costa, la sierra e la selva. La costa, una striscia desertica costiera, dal clima mite, senza freddo estremo o caldo soffocante, ma con un’alta umidità e fitte nebbie che, in inverno, danno una sensazione di freddo. D’estate c’è poca nebbia e le temperature raggiungono i 30°C. Nella zona nord, la costa presenta temperature miti durante quasi tutto l’anno, con un breve periodo di piogge tra novembre e dicembre. La costa sud e del centro hanno due stagioni ben distinte: inverno (da aprile a ottobre) ed estiva (da novembre a marzo). La sierra, la zona andina, ha due stagioni: l’estate (da aprile a ottobre) con giornate soleggiate, notti fredde e poca pioggia e l’inverno (da novembre a marzo) con piogge abbondanti. Durante il giorno si possono raggiungere temperature di 24°C, mentre di notte possono scendere fino a -3°C. La selva, vasta aerea ricoperta dalla foresta amazzonica, ha due stagioni ben differenziate. I mesi compresi tra novembre e marzo presentano piogge abbondanti; tra aprile e ottobre vi sono poche piogge. L’umidità mantiene alti livelli durante tutto l’anno.
A volte, tra maggio e agosto si verificano “friajes” o “surazos”, dei venti freddi provenienti dal sud estremo del continente con cui la temperatura si abbassa fino agli 8°-12°C.

ABBIGLIAMENTO
Data l’estrema varietà del clima che s’incontra durante un viaggio in Perù, si consiglia pertanto un abbigliamento sportivo, informale, a strati, con capi di vestiario che permettano di essere ben protetti e caldi mattino e sera e sufficientemente scoperti durante le ore centrali della giornata quando l’irraggiamento solare è più forte (tenendo presente che possono verificarsi sbalzi di temperatura tra il giorno e la notte). Per le zone andine sono indispensabili alcuni indumenti caldi, una giacca in goretex ed un paio di scarpe comode ma robuste; per la zona costiera meridionale si consigliano indumenti leggeri, berretto per il sole, occhiali da sole, una giacca a vento o k-way; per chi si spinge sino alla zona amazzonica abiti leggeri a manica lunga e pantaloni lunghi per proteggersi dai mosquitos, scarponcini o pedule impermeabili e una leggera mantella impermeabile.

ANIMALI DOMESTICI
Per viaggiare con un animale domestico è necessario avere il certificato di buona salute dell’animale, la cartella dei vaccini, il certificato di vaccinazione contro la rabbia (effettuata almeno 21 giorni prima della partenza). Il certificato di esportazione dell’animale da parte del Ministero dell’Ambiente. I documenti vengono controllati alla dogana, dove il personale competente può far entrare l’animale oppure, se ritiene che sia necessario, metterlo in quarantena o rimpatriarlo. É possibile importare un solo animale per persona.

CIRCOLAZIONE
É richiesta la patene italiana (per un periodo di permanenza fino a 6 mesi). È riconosciuta la patente internazionale conforme alle convenzioni di Ginevra 1949 e di Vienna 1968.
L’assicurazione responsabilità civile è obbligatoria. É possibile ottenere una assicurazione a breve termine in arrivo alla frontiera. Il premio d’assicurazione varia in base al valore del veicolo, i rischi coperti e la durata della copertura. E’ richiesto il carnet di passaggio in dogana per veicoli importati temporaneamente (durata massima dell’importazione temporanea di un veicolo è di 12 mesi).
La guida è a destra e il sorpasso a sinistra. La precedenza deve essere data ai veicoli provenienti da destra. Il traffico che si immette in una rotatoria deve dare la precedenza ai veicoli che già vi  transitano. L’uso del clacson è vietato nei centri abitati, salvo in casi di emergenza. Il limite di alcool nel sangue è dello 0,05%.
Le cinture di sicurezza sono obbligatorie, per tutti i sedili che ne sono forniti.
È obbligatorio l’uso del casco di protezione e il giubbetto rifrangente sia per i guidatori che per i passeggeri. Sia il casco che il giubbetto devono riportare il numero di targa del motociclo. L’utilizzo delle luci è obbligato sempre, fuori dei centri abitati e di notte, nei centri abitati.

ELETTRICITA’
La corrente elettrica è di 220 V, 60 Hz. Assicuratevi che sui vostri apparecchi di ricarica siano riportati tali valori, altrimenti sarà necessario munirsi di un trasformatore. Inoltre è necessario un adattatore per le spine tipo americano a sbarrette piatte.

BEFORE LEAVING…
Ambasciata del Perù in Italia
Via Francesco Siacci, 2B – 00197 Roma
Tel.: +39 06 80691510 – 06 80691534 | Fax: +39 06 80691777
Email: embperu@ambasciataperu.it
Sito web: www.ambasciataperu.it

Consolato Generale del Perù a Roma
Via Sibari 4 – 00183 Roma, Italia
Tel.: +39 06.8841442 – +39 06.8848063 | Fax: +39 06.8848273
E-mail: info@consuladoperuroma.it
Sito web: www.consuladoperuroma.it

SUL POSTO…
Ambasciata d’Italia a Lima
Avenida Giuseppe Garibaldi (ex Gregorio Escobedo) 298 – Jesús María (Lima, 11)
P.O.Box: 11-0490 – Lima, 11
Tel.: (+51.1) 463.2727 | Fax: (+51.1) 463.5317
Email: ambasciata.lima@esteri.it
Sito web: www.amblima.esteri.it

LE BAHAMAS – FLY FISHING INFO

Le isole Bahamas comprendono un arcipelago di 100.000 miglia quadrate di acque limpide tra le più incontaminate del mondo. Questa è un’area che ospita alcuni dei migliori habitat per bonefish del pianeta e questa gigantesca rete di mangrovie e canali a basso fondale fa delle isole Bahamas uno dei migliori luoghi al mondo per la pesca nelle flats. Le specie che popolano queste isole di mangrovie sono i  bonefish, tarpon, barracuda, squali, snapper di varie specie e snook.  Le flats delle isole Bahamas sono così vaste che è quasi impossibile riuscire a visitarle tutte anche pescando tutti i giorni per una vita.  La maggior parte di queste hanno fondali di sabbia bianca e dura, motivo per cui si annoverano tra le migliori flats al mondo per la pesca in wading. Per quanto riguarda la qualità dell’acqua e la trasparenza, le flats  in tutte le Bahamas sono quasi sempre cristalline e le opportunità di pesca a vista sono infinite. Le guide di pesca sono fra le più professionali al mondo, e le loro barche da pesca perfette. Questa destinazione si presta perfettamente per un viaggio sia per soli pescatori che per tutta la famiglia.

Attrezzature
Le attrezzature per la pesca a mosca alle Bahamas sono le stesse che si usano in qualsiasi pesca nelle flats: una canna 9 piedi per coda galleggiante o intermedia del 8, una canna coda 10 per la pesca dei permit  e una canna coda 12 per la pesca dei Tarpon. Per le mosche mettete in valigia  una varietà di clouser e granchietti di ogni forma e colore; ma  il consiglio migliore rimane quello di far scegliere la mosca alla guida.

LE BAHAMAS – INFO E CONSIGLI DI VIAGGIO

Per ulteriori informazioni e notizie dell’ultima ora: http://www.viaggiaresicuri.it/paesi.html

EMERGENZE
911 per Polizia, Pompieri, Ambulanza.

AVVERTENZE
La situazione di sicurezza non presenta specifici problemi. Vi sono tuttavia aree in cui è pericoloso recarsi, soprattutto nelle ore notturne. Si suggerisce, quindi, di seguire le avvertenze che vengono fornite, di volta in volta, dagli operatori turistici e dagli alberghi dove si alloggia.
Nell’ultima parte dell’estate (settembre/ ottobre) si potrebbero verificare dei cicloni, causa di disagi e situazioni di emergenza.
Si raccomanda ai connazionali di informarsi sempre preventivamente sulla situazione meteorologica a destinazione, consultando il proprio agente di viaggio e, direttamente, il sito Internet www.nhc.noaa.gov.
Qualora si decida di intraprendere un viaggio nella stagione dei cicloni, si raccomanda di:
-esercitare la massima cautela evitando le zone ove maggiore potrebbe essere l’esposizione al rischio
-mantenersi informati attraverso gli organi di informazione
-attenersi scrupolosamente agli avvisi ed alle disposizioni impartite dalle Autorità locali. Per ulteriori informazioni si invita a consultare l’Approfondimento – “Allarmi Meteo”. Si consiglia di registrare i dati relativi al viaggio che si intende effettuare nel sito DoveSiamoNelMondo.

DOCUMENTI
È necessario il passaporto con validità residua di almeno sei mesi dalla data di arrivo nel Paese. Per le eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. I passeggeri (inclusi bambini e neonati), anche se solo in transito negli Stati Uniti d’America, necessitano di passaporto individuale a lettura ottica in regola con la normativa vigente oltre che dell’ESTA (https://esta.cbp.dhs.gov/esta/). Per ulteriori informazioni preghiamo voler contattare gli enti competenti. Il visto d’ingresso non è necessario fino a 90 giorni di permanenza nel Paese. È invece vietato intraprendere qualsiasi tipo di attività lavorativa in mancanza di un visto di lavoro ed è vietato protrarre la permanenza oltre il periodo autorizzato al momento di entrata nel Paese. Al momento dell’arrivo verrà richiesto il biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio.

DOGANA
Non si possono introdurre somme superiori a 10.000 US$. É proibito introdurre insaccati (salami, mortadelle, prosciutti, ecc.), vegetali, semi (anche in piccole quantità) e medicinali vari. Ci sono restrizioni riguardo le sigarette, il tabacco e le bevande alcoliche. Alla partenza non esistono restrizioni export sulle merci acquistate alle Bahamas.

VACCINAZIONI
Non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria.

NORME SANITARIE
Presenza di due ospedali sulle isole più grandi e di centri medici (Clinic) sulle isole minori.
Si raccomanda di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente.

LINGUA
La lingua ufficiale è l’inglese. È parlato anche il creolo.

MONETA
L’unità monetaria è il dollaro delle Bahamas (BDS) equiparato al Dollaro USA. Negli alberghi vengono accettate le principali carte di credito, richieste a garanzia degli extra. Si consiglia di munirsi dall’Italia di Dollari Usa.

MANCE
È consuetudine lasciare la mancia a Nassau nell’ordine del 10/15% ad autisti di pulmini, capitani delle barche e guide subacquee e a chiunque offra un servizio. I conti dei ristoranti sono generalmente maggiorati del 10-15%. Le mance sono comunque gradite ed è buona usanza darle se si è rimasti soddisfatti del servizio.

FUSO ORARIO
Le Bahamas sono sei ore in meno rispetto all’Italia.

PER TELEFONARE
Per chiamate dall’Italia comporre il prefisso 001242 seguito dal numero del destinatario.
Per chiamate dalle Bahamas comporre il prefisso 01139 seguito dal numero del destinatario.

PERIODO MIGLIORE
Le Bahamas sono un’ottima destinazione in ogni momento dell’anno. Le brezze che soffiano senza sosta assicurano temperature sempre gradevoli; perciò, a meno che non siate diretti alle isole più a sud, che normalmente hanno un’escursione termica di 3-4 gradi in più rispetto a quelle del nord, il clima non è un fattore determinante per la scelta del periodo del viaggio. La stagione migliore è comunque quella estiva, ventilata e calda, quando l’acqua è della temperatura ideale per starvi a bagno per ore. La stagione delle piogge va da giugno a novembre. La cosiddetta ‘alta stagione’ inizia a metà dicembre per terminare a metà aprile.

CLIMA
Le Bahamas hanno un clima tropicale marittimo e geograficamente sono poste a ridosso del Tropico del Cancro. Durante l’anno non ci sono grandi sbalzi, le escursioni termiche variano tra gli estremi di 18-20 °C di massima nei periodi invernali ai più frequenti 32-35 °C nei periodi estivi con notevole umidità nell’aria. La temperatura delle acque invece è sempre attorno ai 26 °C anche grazie all’effetto della Corrente del Golfo. Le precipitazioni sono occasionalmente abbondanti e raggiungono una media annua che supera di poco i 1500 mm.

ABBIGLIAMENTO
È consigliato un abbigliamento casual. Alle Bahamas fa caldo tutto l’anno, fa freddo solo all’interno di alberghi e ristoranti dove l’aria condizionata è a pieno regime, perciò è consigliato alle donne di portare uno scialle e agli uomini un pullover. Per cene particolari, alberghi eleganti, la sera blazer blu, camicia e pantaloni lunghi per gli uomini.

CIRCOLAZIONE
È necessaria la patente italiana, assicurazione auto RCA obbligatoria. La circolazione è a sinistra e il sorpasso a destra.

ELETTRICITA’
La corrente elettrica viene erogata a 120 V. Le prese di corrente sono a due lamelle piatte, si rende necessario un adattatore.

BEFORE LEAVING…
Consolato Onorario delle Bahamas a Roma
Via Giulia 200 – 00186 – Roma
Tel.: 06 6878086 | Fax: 06 6878276
E-mail: P.intonti@flashnet.it, i.c.studium@flashnet.it

Bahamas Tourist Office
Londra

SUL POSTO…
Consolato Generale d’Italia a Miami (Stati Uniti)
4000 Ponce de Leon Blvd, suite 590
Coral Gables, FL 33146, U.S.A.
Tel.: +1 305 3746322 | Fax: + 1 305 3747945
Sito web: www.consmiami.esteri.it
E-mail: segreteria.miami@esteri.it; italianconsulate.miami@esteri.it

Consolato Generale Onorario italiano a Nassau
Alberto G. SUIGHI
201 Lagoon Court at Sandyport
Nassau, The Bahamas
P.O. Box 13177
Tel.: (242) 327 2335-7
E-mail: nassau.onorario@esteri.it

 

IRLANDA – INFO E CONSIGLI DI VIAGGIO

Per ulteriori informazioni e notizie dell’ultima ora: http://www.viaggiaresicuri.it/paesi.html

EMERGENZE
Polizia, pompieri ed ambulanza sono contattabili tramite i seguenti numeri: 112 o 999 .

AVVERTENZE
Si consiglia ai connazionali di tenere sempre sotto controllo gli effetti personali, di conservare in un luogo sicuro biglietti di viaggio e documenti circolando con una fotocopia e la massima prudenza durante i fine settimana, in quanto è diffuso il consumo di bevande alcoliche.
Si consiglia inoltre cautela agli automobilisti poiché la guida è a sinistra, le strade extra-urbane sono pericolose in quanto strette e sconnesse ed i mezzi pesanti circolano ad alta velocità. E’ punita severamente, con multa, ritiro della patente e processo penale per direttissima, la guida in stato di ebbrezza. I limiti di assunzione di alcol consentiti per chi e’ alla guida sono bassissimi e rigidissimi, quindi in pratica chi deve mettersi alla guida NON deve assumere alcool.

DOCUMENTI
E’ necessario viaggiare con il passaporto o la carta d’identità in corso di validità. Il Paese fa parte dell’UE, ma non dell’area Schengen, quindi alla frontiera ci sono approfonditi controlli dei documenti di viaggio. Per lo stesso motivo, gli stranieri residenti in Italia con un visto Schengen, se vogliono recarsi in Irlanda, devono chiedere un ulteriore visto all’Ambasciata o al Consolato irlandese competente. Il visto d’ingresso non è necessario.
Si consiglia, una volta in loco, di recare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio, conservando gli originali in luoghi custoditi (albergo etc.). Per  altre informazioni si consiglia di prendere visione del sito www.viaggiaresicuri.it

DOGANA
Le somme da dichiarare sono quelle previste dall’UE, sia in entrata sia in uscita dal Paese. Tutte le principali carte di credito sono accettate; sono presenti sportelli bancari  automatizzati.

VACCINAZIONI
Non si richiedono vaccinazioni obbligatorie.

ANIMALI
Dal 01/01/2012 è stata modificata la legislazione riguardante l’ingresso di animali in Irlanda, armonizzandola con quella europea. Gli animali che entrano da un Paese UE necessitano di passaporto europeo/certificato di identificazione; vaccinazione antirabbica che deve essere effettuata almeno 21 giorni prima dell’entrata dell’animale nel Paese; per i cani, trattamento specifico contro la tenia. Devono avere inoltre un microchip elettronico o un tatuaggio leggibile, applicato prima del 3 luglio 2011, con lo stesso codice riportato nel passaporto. Si consiglia comunque di consultare il sito del Ministero dell’Agricoltura irlandese www.agriculture.gov.ie/pets/.

NORME SANITARIE
I servizi di pronto soccorso sono discreti.  Buona la reperibilità di farmaci anche se e’ praticamente impossibile acquistarli senza ricetta medica. Non si richiedono vaccinazioni obbligatorie. Non si segnalano difficoltà particolari per eventuali rimpatri d’emergenza sanitaria.
Si comanda di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente.

LINGUA
L’irlandese, comunemente detto gaelico, è la prima lingua ufficiale (e dal 2007 anche una delle lingue dell’Unione europea). L’inglese è riconosciuto come seconda lingua ufficiale ed è praticamente la più parlata e diffusa. Per legge i documenti ufficiali e i cartelli stradali devono essere in irlandese o bilingui.

MONETA

La moneta ufficiale utilizzata è l’euro.

MANCE
L’Irlanda, seppure un posto turistico, non ha una forte cultura della mancia, quindi non è obbligatoria. Tuttavia, se si riceve un ottimo servizio si consiglia vivamente di lasciarla. Vi é un’eccezione: in molti ristoranti a Dublino, se si è in un gruppo di 4 o piú persone, sará addebitata in automatico. Nella maggior parte dei casi si lascia nei ristoranti e negli hotels e come regola si applica il 10% sul conto finale.

FUSO ORARIO
In Irlanda c’è lo stesso fuso di Londra, un’ora indietro rispetto all’Italia.

PER TELEFONARE
Il prefisso da fare dall’Italia è il seguente: 00353, mentre per chiamare in Italia il seguente: 0039.

PERIODO MIGLIORE E ABBIGLIAMENTO
Il periodo migliore per un viaggio in Irlanda va da metà maggio a metà settembre, quando le giornate sono più lunghe e le temperature gradevoli, ma non è esclusa una vacanza anche in altri periodi specialmente nelle grandi città. Primavera e autunno sono delle buone alternative, senza sottovalutare però la pioggia che è sempre abbondante.
Si consigliai di avere con sé sempre una giacca a vento perché in Irlanda i cambiamenti climatici sono repentini e naturalmente un ombrello per i frequenti acquazzoni.

CLIMA
Il clima è di tipo atlantico temperato, caratterizzato da piogge e nebbie per tutto l’anno. In dicembre-gennaio evidentemente mitigato dalla Corrente del Golfo, con temperature minime raramente inferiori a -3 °C e reso più dolce durante l’Estate con temperature solo sporadicamente superiori a 25 °C. Comunque anche il periodo estivo è variabile e presenta pochi giorni assolati consecutivi. Le temperature variano da regione a regione. La durata del sole è maggiore nel sud-est. Le piogge sono frequentissime, con alcune regioni che arrivano a 275 giorni di pioggia all’anno. Geograficamente il nord-ovest, ovest e sud-ovest del paese, ricevono le precipitazioni più consistenti, con Dublino, la regione meno piovosa. L’estremo nord e l’ovest dell’Irlanda sono due delle regioni più ventose d’Europa.

CIRCOLAZIONE
É richiesta la patente italiana. L’assicurazione italiana è valida anche in Irlanda. Un automobilista che non sia in possesso di un’assicurazione valida per l’Irlanda deve ottenerne una a breve termine ad un posto di frontiera o al porto d’arrivo. Si ricorda a chi guida all’estero un’auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario con firma autenticata. La circolazione si effettua a sinistra ed il sorpasso a destra. Dal gennaio 2005, tutti i cartelli segnalano i limiti di velocità in km/h e non più in miglia/ora. Per i motociclisti è obbligatorio il casco di protezione. Conducente e passeggeri hanno l’obbligo di indossare le cinture di sicurezza sia sui sedili anteriori che su quelli posteriori dei veicoli che ne sono equipaggiati. Le autostrade sono a pedaggio. Il conducente il cui tasso alcolemico superi lo 0,05% è passibile di sanzioni. A qualsiasi persona sospettata di guidare in stato di ebbrezza può essere chiesto di sottoporsi ad un test del livello di alcol nel sangue. Se l’esito è positivo, l’automobilista deve seguire l’agente al commissariato di polizia per sottoporsi ad un prelievo di sangue o a un test dell’urina. Il limite di tasso alcolemico è 0,02%. Le multe variano da € 200 a 400 ed è prevista la sospensione della patente da 3 a 6 mesi.

ELETTRICITA’
La corrente elettrica viene erogata a 220V AC. Le prese sono uguali al modello inglese a 3 buchi rettangolari, occorre munirsi di adattatore.

BEFORE LEAVING…
Ambasciata di Irlanda
Villa Spada, Via Giacomo Medici, 1
00153 Roma RM
Tel.: 065852381 – Fax: 065813336
E-mail.: romeembassy@dfa.ie

SUL POSTO…
Ambasciata d’Italia in Dublino
63/65 Northumberland Road
Ballsbridge
Dublin 4
Tel.:  00353 1 6601744 – Fax: 00353 1 6682759
Website: www.ambdublino.esteri.it
E-mail: ambasciata.dublino@esteri.it
Cellulare emergenza 087 2386802   (attivo nei fine settimana e nei giorni festivi)

Consolato Onorario Galway
Dr. Fabio Bartolozzi
Clarin Bridge, Co. Galway
Tel.: +353 91 785766 – Fax: +353 91 720174
E-mail: fabartolozzi@yahoo.com

Consolato Onorario Cork
Sig. Roberto Gasperoni
3rd Floor, 112 Oliver Plunkett Street, Cork
Tel.: +353 (0)85 1109307;
E-mail: cons.onorario.italia.cork@gmail.com

Tecniche di pesca

Like Flyfishing organizza viaggi specializzati per pescatori a mosca e a spinning

Argentina – Info e consigli di viaggio

Per ulteriori informazioni e notizie dell’ultima ora: http://www.viaggiaresicuri.it/paesi.html

EMERGENZE
Per la polizia: 0800 999-5000 numero verde oppure: 101 (servizio H24 collegato alla Polizia, solo in inglese); pronto soccorso medico: 107; emergenza nautica: 106; soccorso stradale: 0800.777.2894.

AVVERTENZE
Per informazioni relative alle misure preventive da adottare contro le punture di zanzara, durante la permanenza nel Paese, si consiglia di consultare le info sanitarie “Misure preventive contro malattie trasmesse da puntura di zanzara”. Si registrano fenomeni diffusi di criminalità soprattutto nell’immensa Provincia di Buenos Aires ed in alcuni centri urbani, in particolare a Rosario. In generale è opportuno adottare misure di cautela nei principali centri urbani, evitando di indossare oggetti di valore che possano attirare l’attenzione dei malviventi. Per i turisti in difficoltà è stato attivato il numero verde a carattere nazionale 0800 999-5000 (Comisaria del Turista) con operatori plurilingue, attraverso il quale ci si può rivolgere alla Polizia. Si raccomanda, una volta in loco, di portare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio, conservando gli originali in luoghi custoditi (albergo etc.). Si consiglia infine di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

DOCUMENTI
É necessario il passaporto in corso di validità con scadenza non inferiore a 6 mesi dalla data di arrivo in Argentina; il visto d’ingresso non necessario per soggiorni turistici inferiori a tre mesi. Si consiglia in ogni caso di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia.

DOGANA
In entrata e in uscita dal Paese non è consentito il possesso di oltre 10.000 dollari USA per passeggeri con più di 16 anni (5.000 dollari USA, per minori di 16 anni).
Si segnala, inoltre che, sin dall’inizio del 2012, le Autorità monetarie argentine hanno varato una serie di restrizioni all’acquisto di valuta straniera. Il Banco Central de la República Argentina (BCRA) stabilisce le condizioni che devono seguire i “non residenti” per l’acquisto di valuta straniera “in concetto di turismo e viaggi”. All’arrivo o durante il soggiorno, l’interessato può rivolgersi a banche o “case di cambio ufficiali” per vendere la valuta (Euro) senza limiti quantitativi (non sempre le banche consentono questa operazione se lo straniero non è correntista). Se volesse riacquistare successivamente Euro, deve presentare la corrispondente ricevuta emessa dall’ente di cambio dove ha venduto precedentemente la valuta all’ingresso nel Paese.  In tale ultimo caso l’ammontare totale di valuta che si può riacquistare non deve superare l’equivalente di 5.000 dollari USA. Sulla base di disposizioni interne del Banco Nación Argentina, in uscita è possibile cambiare pesos in valuta straniera soltanto se si può dimostrare di aver acquisito pesos presso lo stesso sportello al momento dell’ingresso al Paese.

VACCINAZIONI
Non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria. Si consiglia la vaccinazione contro la febbre gialla a coloro che intendano visitare la zona delle cascate di “Iguazu”.

NORME SANITARIE
In Argentina non è sicuro bere l’acqua di rubinetto, per cui è consigliabile consumare solo acqua in bottiglie sigillate oppure bevande calde. Si consiglia di adottare le normali misure igieniche e le necessarie precauzioni sanitarie. Gli standard qualitativi delle strutture sanitarie, pubbliche e private sono, nel complesso, soddisfacenti. L’assistenza a pagamento è di ottimo livello.

LINGUA
La lingua ufficiale è lo spagnolo. Abbastanza diffuse sono le lingue di origine degli immigrati: italiano, tedesco, francese oltre naturalmente all’inglese. In alcune zone si parla il guaranì, il quechua, l’aymarà e le lingue proprie delle minoranze indigene.

MONETA
L’unità monetaria è il Peso, diviso in 100 centavos. I dollari o gli euro in contanti si possono cambiare presso le banche (aperte dal lunedì al venerdì con orario 10-15), le agenzie di cambio e, spesso, anche negli alberghi, agenzie di viaggio e negozi. Diffuse le carte di credito (meno nelle zone rurali) con un’unica precisazione: la somma addebitata dipenderà dal tasso di cambio vigente al momento in cui il prezzo d’acquisto sarà riversato in conto, cosa che potrà avvenire dopo varie settimane; inoltre, nelle province, le banche fanno pagare una commissione del 10%. Nessun problema a prelevare denaro tramite Bancomat. Se vi affidate ai contanti ricordatevi che cambiare banconote di grosso taglio è un problema un po’ ovunque nel paese. Quando potete, cambiatele presso una banca.

MANCE
È usanza lasciare l’equivalente di un 10% dell’importo in caffetterie e ristoranti. Questo vale anche per tassisti, portinai, facchini.

FUSO ORARIO
L’ora Argentina è spostata di 4 ore indietro rispetto all’ora solare italiana (5 ore con l’ora legale).

PER TELEFONARE
Per chiamate dall’Italia all’Argentina comporre il prefisso internazionale 0054 , l’indicativo urbano, quindi il numero desiderato.
Per chiamate dall’Argentina all’Italia comporre il prefisso internazionale 0039, l’indicativo urbano con lo zero, quindi il numero desiderato.
E’ possibile telefonare dagli alberghi con un servizio migliore, ma con tariffe maggiorate. La telefonia pubblica offre un buon servizio ed è possibile trovare telefoni che funzionano con monete, gettoni (cospeles) e tessere prepagate (tarjetas) in vendita presso giornalai, chioschi e compagnie telefoniche.

PERIODO MIGLIORE
L’Argentina è situata nell’emisfero australe e ha quindi le stagioni invertite rispetto all’Europa. Detto questo, l’estate (da ottobre a marzo) è la stagione più adatta per visitare la Patagonia e le Ande meridionali mentre l’inverno è più adatto per viaggiare al nord e nord-ovest del Paese giacché le piogge sono meno frequenti e le temperature tropicali si abbassano di qualche grado. L’autunno e la primavera sono invece il periodo più adatto per un soggiorno a Buenos Aires, Cuyo e le zone de La Rioja e Catamarca.

CLIMA

Tra luglio e settembre, ideale per visitare le province del Nord-Est e del Nord-Ovest in quanto le piogge sono meno frequenti e la temperatura è più bassa.
Come tutti i Paesi dell’America Latina che si trovano sotto la linea dell’Equatore, l’Argentina presenta le stagioni invertite rispetto al nostro emisfero settentrionale, ovvero al nostro inverno corrisponde l’estate australe. L’inverno va da giugno ad agosto, l’estate comincia a dicembre e i mesi di gennaio e febbraio sono i più caldi dell’anno.
Nella parte più settentrionale del paese, a ridosso degli altopiani brasiliani, si verificano le precipitazioni più abbondanti, con massimi intorno ai 1800 mm annui; altrove si scende ai valori propri dei paesi semi-aridi o addirittura aridi: così il Chaco passa da oltre 1000 a 500 mm di precipitazioni, registrando nell’area occidentale, un clima tipicamente tropicale, caratterizzato d’inverno da una lunga stagione secca.

ABBIGLIAMENTO
Abbigliamento sportivo e comodo, sia per quanto concerne i vestiti che le scarpe. Nel nord del Paese, soprattutto durante l’estate, sarà da privilegiare un abbigliamento di cotone leggero mentre per il nord-ovest andino e alle alte latitudini della Patagonia saranno necessari abiti più caldi (giacca a vento e maglione) anche in estate. Da non dimenticare un filtro protettivo per il sole ad alta protezione per chi intende visitare la Patagonia. E’ importante  non dimenticare una giacca a vento che risulterà sempre comoda.

ANIMALI DOMESTICI
In tutti i punti di ingresso del Paese c´è una delegazione del Ministero del bestiame, dell´agricoltura e della pesca, che è responsabile per l’ingresso di animali domestici. I cani o i gatti che viaggiano dai paesi del Mercosur (quasi tutti quelli dell’America Meridionale), dall’America e dall’Europa, devono presentare un certificato sanitario rilasciato dal Ministero del bestiame nel Paese di origine, attestante il loro stato di salute e la vaccinazione antirabbica. Per gli animali provenienti da altri paesi, si deve gestire previamente l’autorizzazione per l’ammissione, che deve soddisfare le condizioni sanitarie. Per le altre specie di animali, quali gli uccelli, i mammiferi ed i rettili, è necessario gestire, in precedenza, un’autorizzazione di importazione rilasciata dal Ministero stesso.

CIRCOLAZIONE
É necessaria la patente internazionale (modello conforme alla convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968).
Le cinture obbligatorie sui sedili anteriori e posteriori. Di notte bisogna utilizzare gli abbaglianti nelle zone rurali e sulle autostrade. Tutti i veicoli a motore devono avere i fari accesi sia di giorno che di notte nelle provincie di Buenos Aires, Cordoba, Chubut, Mendoza, Rio Negro e Santiago del Estero. Due triangoli sono obbligatori a bordo di tutti i veicoli a 4 ruote. Le vetture private devono avere un estintore a bordo. Riguardo il tasso alcolemico, il limite consentito è 0,05%. La maggior parte delle autostrade sono a pagamento, che avviene in contanti oppure con carte prepagate.

ELETTRICITA’
L’energia elettrica è erogata a 220 volts; sono consigliabili gli adattatori per le prese di corrente a lamelle piatte.

PRIMA DI PARTIRE
Ambasciata Argentina
Piazza dell’Esquilino 2 – 00185 Roma
Tel.: 06 48073300 | Fax: 06 48073352, 06 48073331
E-mail: privada@ambasciatargentina.it
Sito web: www.ambasciatargentina.it

Consolato Argentino
Via Vittorio Veneto 7 – 00187 Roma
Tel.: 06 42016021 | Fax: 06 483586
E-mail: privada@ambasciatargentina.it
Sito web: www.ambasciatargentina.it

SUL POSTO…
Ambasciata d’Italia competente
Calle Billinghurst, 2577 – 1425 Buenos Aires
Tel.: 005411 40112100 | Fax: 005411 40112159
Fuori dell’orario d’ufficio: cell.: 0054 9 11 51134530
E-mail: ambasciata.buenosaires@esteri.it

Consolato Generale d’Italia
Reconquista 572 – 1003 Buenos Aires
Tel.: 005411 41144800 | Fax: 41144799
Fuori dell’orario d’ufficio: cellulare 0054 9 11 45305629
Sito web: www.consbuenosaires.esteri.it
E-mail: info.buenosaires@esteri.it

Consolato Generale d’Italia
Av.da Velez Sarsfield 360 – 5000 Córdoba
Tel. centralino: 0054351 526.1000/1/2/3 – 0054351 526.1032
Fax principale:0054351 5261010/5261010
Fax passaporti: 0054351 5261029
Cellulare di reperibilità per casi di emergenza:0054 9 351 6137892
E-mail: segreteria.cordoba@esteri.it
Sito web: www.conscordoba.esteri.it

Flyfishing info Corrientes

 

 

Il fiume Paranà  attraversa il Brasile, il Paraguay e l’Argentina, è lo scenario ideale per i pescatori. Il Golden Dorado è denominato la tigre dei Fiumi, è un combattente e lotta per la soppravvivenza, il pescatore deve fare appello a tutta la sua abilità  destrezza e concentrazione per catturarlo, è considerato uno dei più eccitanti ed esilaranti tipi di pesca.
Nella zona bassa del fiume lo si trova in primavera, nei mesi di gennaio e febbraio emigra nella zona alta del fiume.
Per la pesca sono consigliate canne da 9 piedi per code galleggianti del 9 con finali di grosso spessore diametro 30 e finalino in acciaio. Le mosche indicate sono di grosse dimensioni nelle colorazioni nero e rosso scuro sia galleggianti che affondanti. Pesca sia in barca che da riva.

DANIMARCA – INFO E CONSIGLI DI VIAGGIO

Per ulteriori informazioni e notizie dell’ultima ora: http://www.viaggiaresicuri.it/paesi.html

EMERGENZE
Per chiamare gratuitamente polizia, ambulanza e vigili del fuoco: 112 (verrà successivamente chiesto il rimborso delle spese sostenute dal sistema sanitario per il trattamento medico somministrato).

AVVERTENZE
La Danimarca è in generale un Paese abbastanza sicuro, si raccomanda lo stesso di adottare le comuni misure di prudenza.

DOCUMENTI
Carta d’identità valida per l’espatrio o passaporto sono sufficienti per i cittadini dell’Unione Europea.

DOGANA
Tra i divieti di importazione figurano le armi da fuoco e munizioni, esplosivi, coltelli, fuochi artificiali; alcuni medicinali (consentita l’importazione di medicinali per uso personale); droghe e narcotici; pesticidi (occorrono particolari autorizzazioni); carne fresca, surgelata e affumicata (importabili solo se provenienti da Paesi dell’Ue e per consumo personale).

VACCINAZIONI
Non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria.

NORME SANITARIE
In Danimarca la situazione sanitaria è soddisfacente e le cure mediche sono garantite dalla tessera sanitaria italiana, è escluso dalla copertura sanitaria il rimpatrio del connazionale. Si consiglia di stipulare una assicurazione sanitaria che copra eventuali spese sanitarie (anche per il rimpatrio o il trasferimento aereo in un altro Paese).

LINGUA
Il danese è la lingua ufficiale ma la conoscenza dell”inglese è diffusa tra il 90% della popolazione. Si parlano anche numerosi dialetti.

MONETA
La moneta ufficiale è la corona danese o krone (DKK), suddivisa in 100 øre. Le valute straniere e i traveller’s cheque sono accettati in tutte le banche e permettono di beneficiare di un tasso di cambio vantaggioso. La maggior parte delle carte di credito internazionali è accettata dappertutto. Si possono ritirare contanti presso i numerosi sportelli bancomat delle banche, aperte dal lunedì al venerdì, dalle 9:30 alle 16:00 e fino alle 18:00 il giovedì.

MANCE
L’uso delle mance non è molto comune in Danimarca.

FUSO ORARIO
Il fuso orario della Danimarca è uguale a quello dell’Italia.

PER TELEFONARE
Per chiamare la Danimarca dall’Italia:comporre lo 00 45 + il numero del destinatario.
Dalla Danimarca verso l’Italia:comporre lo 00 + 39 + il numero del destinatario.

PERIODO MIGLIORE
La stagione consigliata è quella primaverile ed estiva per il clima più mite. La Danimarca però, diversamente dai Paesi limitrofi, ha un clima più temperato grazie alla Corrente del Golfo: di conseguenza, la temperatura media d’inverno si aggira intorno a -1°C.

CLIMA
Il clima della Danimarca è temperato ed è di tipo atlantico. Gli inverni non sono particolarmente rigidi e la temperatura media nei mesi di Gennaio e Febbraio si aggira attorno agli 0 °C, mentre le estati sono fresche con una temperatura media nel mese di Agosto di 15,7 °C.
Spesso soffia il vento, più forte nel periodo invernale e più debole in quello estivo; i mesi più piovosi sono Settembre, Ottobre e Novembre.
A causa della posizione geografica del paese, situato nella parte centrosettentrionale dell’Europa, la durata dell’illuminazione solare diurna è realmente variabile anche se non quanto riscontrabile nella penisola scandinava situata più a Nord. Durante l’inverno le giornate sono corte, il sole sorge attorno alle 8.30 e tramonta verso le 15.30. Al contrario nella stagione estiva l’alba arriva verso le 3.30 e il tramonto si sposta a non prima delle 22.00.

ABBIGLIAMENTO
Durante l’inverno portate vestiti abbastanza pesanti ma, soprattutto, una giacca impermeabile e delle buone scarpe anti-neve e anti-pioggia, oltre a sciarpa, cappello e guanti.
In primavera o in estate portate dei vestiti leggeri, ma non troppo (come quelli che si usano in Italia all’inizio della primavera), qualche t-shirt senza dimenticare maglioncini caldi e una giacca di mezza stagione, meglio se impermeabile. Scarpe da ginnastica e sandali aperti vanno bene, ma non quando piove.
É bene essere sempre preparati con un impermeabile da viaggio o un ombrello.

ANIMALI DOMESTICI
Cani e gatti devono essere accompagnati dal passaporto per animali istituito dalla UE per i movimenti tra i paesi membri. Gli animali devono portare un microchip o un tatuaggio per poter essere identificati. Devono inoltre essere stati sottoposti a vaccinazione antirabbica.

CIRCOLAZIONE
Per noleggiare un’auto è sufficiente la patente di guida italiana. Il limite di velocità è di 110 km/h sulle autostrade (senza pedaggio), di 80 km/h sulle strade statali e di 50 km/h nei centri urbani. L’età minima legale per noleggiare un’automobile è di 20 anni, ma alcune società l’hanno fissata a 25, mentre molte di esse esigono il pagamento con carta di credito. L’uso delle cinture di sicurezza nella vettura è obbligatorio su tutti i posti equipaggiati con cinture. Limite consentito: il tasso limite di alcolemia in Danimarca è di 0,05%. Le autostrade sono gratuite.

ELETTRICITA’
Sul territorio danese la corrente elettrica è di 220 V e la frequenza di 50 Hz. Le prese elettriche utilizzate sono di tipo C (europea a due poli, presente anche in Italia) e di tipo k (danese a 3 poli). Per quest’ultima è necessario un adattatore.

BEFORE LEAVING…
Ambasciata di Danimarca
Via dei Monti Parioli 50 Tel.: 06 9774 831 00197 Roma.

Ente Danese per il Turismo
Via Cappuccio 11 – 20123 Milano.
Tel.: 02 87 48 03.
E-mail: info.dk@dt.dk
Internet: www.danimarca.dt.dk

SUL POSTO…
Ambasciata d’Italia a Copenaghen
Gammel Vartov Vej 7 2900 Hellerup
Tel.: (00 45) 39626877

Uffici del Turismo danese
Vesterbrogade 4A 1620 København V.
Tel.: (00 45) 33 702 22 442.
www.visitcopenhagen.com
www.visitdenmark.com

POLONIA – INFO E CONSIGLI DI VIAGGIO

Per ulteriori informazioni e notizie dell’ultima ora: http://www.viaggiaresicuri.it/paesi.html

EMERGENZE
Pompieri: 998 – Polizia: 997 – Polizia municipale: 986 – Ambulanza: 999 – Pericolo: 112 (utilizzabile dai telefoni cellulari, si compone in caso di pericolo di vita e nel caso in cui non si riuscisse ad identificare la natura del pericolo).
Numero di emergenza per coloro che si trovano in montagna: 601 100 300.
Numero di emergenza per coloro che si trovano in località marittime: 601 100 100.

AVVERTENZE
La situazione di sicurezza è in generale buona Il Paese non presenta infatti particolari situazioni di rischio. Si consiglia tuttavia di adottare sempre le normali cautele (utilizzare le carte di credito con attenzione, in quanto si sono verificati casi di clonazione; ai turisti si consiglia di servirsi dei radio-taxi per gli spostamenti e non dei taxi abusivi).
Il Paese condivide tuttavia con il resto dell’Europa la crescente esposizione al rischio del terrorismo internazionale e si consiglia pertanto ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo.
La produzione, il possesso, l’uso e la cessione – anche a titolo gratuito – di qualsiasi tipo e quantità di stupefacenti sono considerati reati punibili con l’arresto.
Le pene previste per chi commette violenza sessuale vanno dai 2 ai 12 anni di reclusione, per chi commette il reato di violenza contro i minori le pene variano da 1 a 10 anni di reclusione. Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.
Le Autorità polacche sono solite avvertire con sollecitudine l’Ambasciata italiana nei casi in cui un connazionale ha subito o commesso un reato. In caso di problemi con le autorità locali di Polizia  (stato di fermo o arresto) si consiglia di  informare l’Ambasciata o l’ufficio consolare onorario di riferimento per la necessaria assistenza.
Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, una assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese sanitarie, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

DOCUMENTI
E’ necessario viaggiare con il passaporto o la carta d’identità valida per l’espatrio in corso di validità da esibire in caso di richiesta da parte delle autorità locali. Il Paese fa parte dell’UE.
Qualora in possesso di una carta d’identità valida per l’espatrio rinnovata, si prenda visione dell’Approfondimento “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero”.
Se si desidera soggiornare in Polonia per più di 90 giorni è necessario registrare il soggiorno presso l’Ufficio del Voivoda (Ufficio di Prefettura della Polonia su struttura regionale), verificando che i documenti (passaporto o carta d’identità valida per l’espatrio) siano validi per l’intero periodo del soggiorno. Per l’accesso alla zona Schengen i cittadini di paesi terzi devono possedere un documento di viaggio valido e l’eventuale visto, se richiesto.
Con l’entrata del Paese nell’area Schengen sono stati eliminati i controlli alle frontiere terrestri, marittime e aeroportuali con i Paesi UE.

DOGANA
La normativa polacca prevede la necessità di un’apposita autorizzazione per l’esportazione di: beni artistici non iscritti nel registro dei beni considerati antiquario, ma realizzati da oltre 55 anni; prodotti tecnici realizzati da più di 25 anni; libri e stampe prodotti prima del 31 dicembre 1948; antichità iscritte nel registro dei beni aventi valore antiquario.
La normativa non prevede limitazioni sulla quantità di valuta importabile in Polonia. E’ consentita – senza necessità di dichiarazione – l’esportazione di somme fino a 10.000 Euro; se l’importo è superiore all’equivalente di 10.000 euro va dichiarato in forma scritta alla dogana o alla Polizia di Frontiera. Si consiglia, quindi, al momento dell’ingresso nel Paese, di dichiarare l’eventuale possesso di cifre superiori a tale importo.

VACCINAZIONI
Non è richiesta alcuna vaccinazione per visitare la Polonia.

NORME SANITARIE
I cittadini italiani che si recano temporaneamente (per studio, turismo, affari o lavoro) nel Paese (Stato membro dell’Unione Europea) possono ricevere le cure mediche necessarie previste dall’assistenza sanitaria pubblica locale se dispongono della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM), o Tessera Sanitaria.
Le strutture sanitarie locali sono accettabili e buona risulta essere la preparazione del personale medico. Sono presenti a Varsavia diverse cliniche e ambulatori privati (alcuni dei quali convenzionati con assicurazioni sanitarie internazionali) con personale che parla l’inglese.
La situazione igienico-sanitaria è di buon livello. Si consiglia tuttavia di bere acqua minerale in bottiglia.

LINGUA
La lingua ufficiale è il polacco.

MONETA
L’unità monetaria è lo zloty. Uno zloty si divide in 100 grosze. Il simbolo internazionale dello zloty è PLN. Sono in circolazione monete da 1, 2 e 5 zloty e 1, 2, 5, 10, 20 e 50 grosze; mentre le banconote hanno nominali da 10, 20, 50, 100 e 200 zloty. Presso alcune casse è possibile effettuare pagamenti in euro. Si può cambiare denaro nelle banche o negli uffici di cambio (kantor). Le carte di credito Visa, American Express, EuroCard, MasterCard, Access o JBC sono accettate nella maggior parte degli hotel e ristoranti, presso gli autonoleggi e in alcuni negozi. Con la Visa si possono prelevare contanti nelle banche. Orari delle banche: dalle 9:00 alle 16:00 dal lunedì al venerdì e dalle 9:00 alle 13:00 il sabato.

MANCE
È tradizione lasciare una mancia nei ristoranti o nei taxi.

FUSO ORARIO
Il fuso orario della Polonia è uguale a quello dell’Italia.
D’inverno e, più precisamente, dall’ultima domenica di ottobre all’ultima domenica di marzo è in vigore l’orario del Centro Europa. Nel restante periodo scatta l’ora legale e le lancette degli orologi vengono spostate avanti di un’ora.

PER TELEFONARE
Per telefonare dall’Italia alla Polonia: digitate il prefisso internazionale 00 48 seguito dal prefisso della città senza lo zero (Varsavia: 22; Cracovia: 12) e dal numero del corrispondente.
Per chiamare dalla Polonia verso l’Italia: digitate il prefisso internazionale 00 39 seguito dal numero desiderato.

PERIODO MIGLIORE
I periodi migliori per visitare la Polonia sono Maggio e Giugno o Settembre e Ottobre. Nel periodo di alta stagione che va da Luglio ad Agosto, alcuni luoghi turistici possono essere molto affollati. Se si desidera evitare l’affollamento, Maggio e gli inizi di Giugno possono essere mesi molto piacevoli per trascorrere una vacanza in Polonia.

CLIMA
La Polonia ha un clima continentale con estati calde, autunni freschi e soleggiati ed inverni freddi.
La primavera è una stagione dolce e soleggiata con brina a metà Maggio, qualche pioggia e un’abbondanza di fiori selvatici.
L’estate è l’alta stagione per il turismo, con molto sole particolarmente sulla costa baltica e una temperatura media di ca. 19oC; non mancano le giornate calde, con una temperatura che supera i 30oC.
L’autunno (Settembre ed Ottobre) è asciutto e soleggiato.
Durante l’inverno (Gennaio, Febbraio e Marzo) le temperature scendono rapidamente, il gelido vento siberiano si fa sentire nella maggioranza del paese con la neve che può durare da uno a tre mesi.
I mesi più freddi dell’anno sono Gennaio e Febbraio, con temperature medie di qualche grado inferiori allo zero.

ABBIGLIAMENTO
Per l’abbigliamento, durante l’inverno, attrezzarsi con indumenti pesanti, cappello e guanti, la temperatura arriva spesso sotto lo zero.
Capi pratici ed informali, scarpe comode e qualche capo pesante per la sera anche in estate; occhiali da sole, cappello, k-way, farmaci di uso personale.

ANIMALI DOMESTICI
Passaporti per gatti e cani sono richiesti per l’ingresso in Polonia di detti animali, che devono essere muniti di un microchip o di un tatuaggio per poter essere identificati e devono essere stati sottoposti a vaccinazione antirabbica entro 30 giorni dall’arrivo in Polonia.

CIRCOLAZIONE
L’età minima richiesta è di 21 anni.
L’assicurazione per la responsabilità civile è obbligatoria per tutti i veicoli con cilindrata superiore a 50 cm³ immatricolati in Polonia o all’estero.
L’assicurazione italiana è valida in Polonia.
Si ricorda a chi guida all’estero un’auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario con firma autenticata presso un notaio.
L’uso delle cinture di sicurezza è obbligatorio per il guidatore e per i passeggeri dei posti anteriori, per qualsiasi veicolo circolante. L’uso delle cinture nei posti posteriori è obbligatorio nei veicoli che ne sono equipaggiati.
Autoveicoli e ciclomotori devono circolare con le luci anabbaglianti o le luci di marcia diurna accese sia di giorno che di notte durante tutto l’anno sia in città che fuori dei centri abitati. In caso di scarsa visibilità per nebbia o pioggia si deve circolare con le luci anabbaglianti e/o i fari antinebbia accesi e dare delle piccole segnalazioni acustiche durante i sorpassi. Di notte sono ammessi i fari antinebbia sulle strade tortuose.
Il tasso massimo di alcolemia per un conducente è di 0,02%. Un conducente il cui sangue contiene più dello 0,02% di alcool è ritenuto incapace di guidare un veicolo. La polizia può richiedere a chiunque sia alla guida di un veicolo di sottoporsi al test dell’alito. Attenzione: in Polonia la guida in stato di ebbrezza (una lattina di birra è sufficiente a raggiungere il massimo consentito) è reato, sanzionato con il ritiro immediato della patente, il fermo di polizia fino a 48 ore, con conseguenti accertamenti ed un procedimento giudiziario: il Tribunale può sancire il ritiro della patente anche per un anno, a seconda della gravità della violazione di legge riscontrata.

ELETTRICITA’
La corrente elettrica è a 220 volts, 50Hz. Si usa la spina europea a due poli. Per gli apparecchi a tre poli occorre un adattatore.

BEFORE LEAVING…
Ente Nazionale Polacco per il Turismo
Via G.B.Martini, 6
00198 Roma
Tel. 06 4827060 – Fax 06 4817569
E-mail: turismo@polonia.it

Ufficio Turistico Polacco
Via Barberini 50
00187 Roma
Tel. 06 4827060

Ambasciata della Repubblica di Polonia
Via P. P. Rubens 20
00197 Roma
Tel. 0636204200

SUL POSTO…
In Polonia esistono centri di informazione turistica certificati(*, **, *** e ****) e non certificati. A seconda del livello, offrono servizi di diversa qualità (ad esempio i Centri di IT**** si trovano nel centro città o lungo i principali itinerari turistici, offrono informazioni in 3 diverse lingue straniere e rilasciano gratuitamente materiale informativo dettagliato, del posto, locale e regionale anche in lingua straniera. Possibilità di usufruire di due postazioni internet e di un centro multimediale, aperto anche dopo l’orario di ufficio).

Ambasciata Italiana
Plac Dabrowskiego, 6
00-055 Varsavia
Tel. +48 22 8263471/2/3/4 – Fax (00 48) 22 8278507
Sito web: www.ambvarsavia.esteri.it

Consolato Onorario Ul. Wenecja, 3 31-117 – Cracovia
Tel. (00 48) 12 4292921 – Fax (00 48) 12 4112099

Centro di informazione turistica
Piazza Powstancow Warszawy, Cracovia
Tel. (00 48) 22 827 38 64

FINLANDIA – HOTEL & LODGE

HAAPASAARI HOLIDAY VILLAGE

Haapasaari Holiday Village si trova sul lago di Näsijärvi, nell’area di Ruovesi, a circa 70 km a Nord di Tampere.

Servizi
Sono previsti diversi servizi, come docce, lavanderia, molo per barca, locale da ballo con tradizionale palco in legno, caffè e ristorante. Sono inoltre a disposizione dei visitatori anche cabine attrezzate a sauna e poste nelle immediate vicinanze del lago. Barca a motore, canoe, biciclette, attrezzatura da campeggio e racchette da neve sono noleggiabili durante il vostro soggiorno. L’Holiday Village vende licenze di pesca e affitta barche e attrezzature da pesca. I bambini potranno apprezzare la spiaggia e la zona giochi “Lighthouse”.

Sistemazioni
In Haapasaari ci sono aree dedicate a caravan, aree dedicate al campeggio e diverse soluzioni di cottage (dalle 2 alle 8 persone) che possono essere dotati di sauna privata, servizi, cucina, frigorifero e forno a microonde. Durante l’estate è possibile anche affittare piccoli cottage da campeggio con alcuni servizi in comune.

Pesca
L’area intorno a Tampere, città situata nella zona lacustre della Finlandia occidentale, sembra fatta apposta per i pescatori ed offre possibilità illimitate per diversi tipi di pesca durante tutto l’anno.
Nei laghi vivono circa 40 specie di pesci diversi di cui una ventina sono considerate adatte per la pesca sportiva.
La stagione con le acque aperte inizia a maggio quando si sciolgono i ghiacci e prosegue fino alla fine di novembre.

I GRANDI LUCCI E I LUCIOPERCA

Kyrösjärvi, Pyhäjärvi, Rautavesi e Ruovesi sono le acque migliori in tutta la Finlandia per pescare i lucioperca che vivono in quasi tutti i grandi laghi e perfino in molti dei laghi di piccola o media dimensione; la zona è perciò una vera e propria Zanderland (la terra del lucioperca). La popolazione di lucioperca è in aumento e sempre di più grandi esemplari sono issati nelle barche tutti gli anni. La stagione del lucioperca è in giugno-agosto.

Le prede più comuni in assoluto sono il luccio e il persico che si possono trovare in tutte le acque della Finlandia. Potete stare certi che il grande luccio è sempre in agguato al largo dei laghi! Il luccio abbocca durante tutto il periodo in cui non c’è il ghiaccio, mentre il persico si può trovare da giugno a settembre. In agosto inizia la stagione migliore per la pesca al persico reale. In autunno è possibile pescare anche il gambero d’acqua dolce.

PESCA AI SALMONIDI NEI LAGHI E NELLE RAPIDE

I pesci predatori dalla carne rossa, come la trota e il salmone del lago, si trovano in abbondanza nei Laghi Näsijärvi e Pyhäjärvi e in molti altri laghi grandi. I salmonidi che preferiscono le acque fredde si pescano meglio in primavera e verso la fine dell’autunno con la tecnica della pesca a passata, ma è possibile trovarli anche in estate usando una lenza appesantita da un peso.

Nelle rapide si pesca la trota, la trota salmonata, il temolo e l’ido con la tecnica a spinning oppure alla mosca. Anche le rapide di Kotala a Virrat e di Vilppulankoski e Aurejoki a Ikaalinen sono degli ottimi posti di pesca.

L’aspio, appartenente alla famiglia dei ciprinidi, raggiunge grosse dimensioni e fa danzare la lenza a Kulo-Rautavesi, Siuronkoski a Nokia e Kuokkalankoski a Lempäälä.