Messico – INFO E CONSIGLI DI VIAGGIO

Per ulteriori informazioni e notizie dell’ultima ora: http://www.viaggiaresicuri.it/paesi.html

EMERGENZE
Servizi d’emergenza: 066; polizia: 060; croce rossa: 065; vigili del fuoco: 068.

AVVERTENZE
Si consiglia di non bere acqua se non é imbottigliata e non mangiare verdura cruda e frutta non sbucciata; si sconsiglia di mettere ghiaccio nelle bevande. Le bottiglie di acqua minerale devono essere portate in tavola sigillate; in molti alberghi si può ordinare “agua purificada”, acqua filtrata in bottiglia.
Nelle regioni tropicali costiere, soprattutto durante la stagione delle piogge, dopo il tramonto è bene indossare abiti che coprano gambe e braccia e cospargere piedi, mani e collo di lozione repellente; la zanzariera potrebbe rivelarsi una fedele alleata.
Nella capitale, per via dell’altitudine e dell’elevato tasso di inquinamento (soprattutto nei mesi di Marzo, Aprile e Maggio) si consiglia cautela a chi ha problemi cardio-circolatori e di respirazione.
Le malattie gastro-intestinali non sono rare per i turisti, poco avvezzi alle tradizioni culinarie locali. Si sconsiglia di consumare agrumi o frutti di mare nei chioschi che non mostrano le corrette garanzie igieniche.
Si consiglia per il momento di evitare i viaggi, se non strettamente necessari, nello Stato di Jalisco, nello Stato di Guerrero, di Michoacan e di Tamaulipas a causa di tensioni e del peggioramento della situazione di sicurezza.
La costa pacifica e la zona del Golfo del Messico, con particolare riferimento alla penisola dello Yucatan, sono interessate da fenomeni ciclonici nel periodo da giugno ad ottobre. L’intero Stato del Messico presenta zone a forte rischio sismico ed inoltre l’attività del vulcano “Popocatepetl” è da monitorarsi costantemente.

DOCUMENTI
Il passaporto è necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’ingresso nel Paese. Per le eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia.
Il visto d’ingresso non è necessario per turismo fino a 90 giorni di permanenza nel Paese (il periodo di soggiorno per turismo può essere esteso fino a un massimo di 180 giorni presso l’Istituto Nazionale di Immigrazione); terminato il suddetto periodo occorre uscire dal Paese. È obbligatorio invece per coloro che si recano nel Paese per motivi diversi da turismo (studio, affari ecc.) e va richiesto presso le Rappresentanze Diplomatico-Consolari del Messico in Italia (Roma e Milano).
All’arrivo nel Paese il turista deve compilare un formulario disponibile presso le Autorità locali, i principali aeroporti e le diverse compagnie aeree.
Occorre, altresì, pagare una tassa aeroportuale, normalmente inclusa nel costo del biglietto aereo emesso in Italia, che è contraddistinta dalla sigla “UK”. In caso la tassa non fosse stata inclusa nel biglietto, occorre pagarla al momento di lasciare il Paese. Consigliamo di verificare sul sito web http://www.inm.gob.mx/ l’importo della tassa aeroportuale, soggetto a modifiche. Il pagamento deve essere effettuato presso lo sportello bancario dell’aeroporto dopo aver compilato un formulario presso gli uffici aeroportuali “Emigración”. Lo smarrimento del formulario (FMT) non prevede il pagamento di una multa se sul biglietto aereo è presente la sigla UK. In caso contrario, è previsto il pagamento di 412 pesos (circa 30 Euro).
Per entrare in Messico, tutti i turisti devono disporre di un’autorizzazione chiamata Forma Migratoria para Turista (FMT), valida per un periodo massimo di 180 giorni che sarà consegnata presso gli uffici di confine, o dalle compagnie aeree con cui si sta effettuando il volo.
Tutti gli stranieri che desiderano entrare in Messico, ma che non dispongono del titolo di soggiorno (forma migratoria) FM-3 dovranno corrispondere l’importo della tassa per non immigranti, Derecho de no inmigrante (DNI), i cui proventi sono destinati alla promozione turistica del Paese e al miglioramento dei suoi servizi migratori. Tale permesso deve essere pagato all’uscita dal Paese. Per maggiori informazioni, vi invitiamo a visitare la pagina internet dell’Instituto Nacional de Migración: http://www.inm.gob.mx.
Ai residenti permanenti degli Stati Uniti o del Canada non sono richiesti visti d’ingresso.

DOGANA
È consentito introdurre beni per un valore equivalente a 300 US$ a persona per via terrestre e 500 US$ per via aerea o marittima. Per i beni il cui valore eccede tale importo si deve pagare un’imposta globale del 16% sul valore totale eccedente dei beni. Non esiste, invece, alcuna restrizione per l’introduzione di somme di denaro fino a 10.000 US$. Somme superiori a 10.000 US$ devono essere dichiarate nell’apposito formulario relativo all’importazione di valuta che viene fatto compilare al momento dell’ingresso nel Paese.

VACCINAZIONI
Non è prevista nessuna vaccinazione obbligatoria. Si consiglia di adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive contro le punture di zanzara.

NORME SANITARIE
La quasi totalità delle strutture sanitarie pubbliche non rispecchia gli standard europei e comunque non è prevista dalla legislazione nazionale alcuna forma di assistenza pubblica ai cittadini stranieri. Le strutture sanitarie private (che variano da un buon livello ad un medio livello) offrono tutti i tipi di interventi e cure, ma sono estremamente onerose.
Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario d’emergenza o il trasferimento in altro Paese.

LINGUA
La lingua ufficiale è lo spagnolo, ma nel paese si parlano una cinquantina di idiomi indios.

MONETA
L’unità monetaria è il nuovo peso messicano, solitamente scritto N$ o MXN. E’ emesso in: banconote da 10,20,50,100,200 e 500 N$; monete da 5,10,20,50 centavos e da 1,2,5,10 N$.
In Messico i commercianti e i venditori non sono autorizzati a cambiare dollari statunitensi in pesos, dovrete recarvi alle casas de cambio (cambiavalute), alle banche, ai bancomat o usare la carta di credito.
Le banche sono aperte dalle 09,00 alle 13,30 da lunedì a venerdì; alcuni sportelli bancari sono operativi anche il sabato pomeriggio. Nelle regioni più calde e nelle città piccole alcuni esercizi restano chiusi per la pausa pomeridiana dalla 14,00 alle 16,00 e poi tengono aperto fino alle 21,00.

MANCE
In Messico è in uso dare la mancia a chiunque presta un servizio. Nei ristoranti e negli hotel il servizio non è compreso e va aggiunto al conto in misura del 15 % circa.

FUSO ORARIO
La differenza di fuso orario con l’Italia è di meno 7 ore durante l’ora solare, e di 8 ore in meno durante l’ora legale. Messico copre in totale tre fusi orari: quello del nord-ovest, del Pacifico e del centro. Tra il primo e il secondo e tra il secondo e il terzo c’è una differenza di un’ora. Dalla prima domenica di aprile all’ultima domenica di ottobre nella maggior parte del Paese è in vigore l’ora legale, con cui di sera si cerca di risparmiare energia elettrica approfittando della luce naturale. Durante questo periodo, le lancette degli orologi vanno indietro di un’ora. Sonora è l’unico stato del Messico in cui il cambio d’ora non viene applicato.

PER TELEFONARE
Per chiamare l’Italia in bisogna comporre lo 0039, seguito da prefisso della città italiana con lo zero iniziale e infine il numero dell’abbonato. Per telefonare in Messico dall’Italia bisogna selezionare lo 0052 seguito dal prefisso della città (Città del Messico è 05) senza lo zero ed infine il numero dell’abbonato.

PERIODO MIGLIORE
Il Messico è visitato durante durante tutto l’anno (sugli altopiani in maggio-ottobre e nelle zone costiere in ottobre-maggio), ma l’alta stagione si concentra nel periodo meno piovoso (dicembre-marzo) quando massima è l’affluenza nelle località balneari come Cancun o Acapulco e quando altrettanto massimi sono i prezzi: dicembre è il mese più affollato dell’anno. Marzo è un ottimo mese e ideale è novembre quando le piogge (maggio-ottobre) sono finite e la stagione di punta deve ancora iniziare.

CLIMA
In Messico nelle pianure costiere, sia quelle del Pacifico che quelle sull’Atlantico, il clima è più caldo e umido (in alcuni mesi sono interessate da numerosi rovesci); all’interno del Paese invece è più mite e temperato, soprattutto nelle zone più elevate (come Città del Messico). Nella meseta central, l’altopiano messicano, troviamo poi un clima fresco, tipico delle zone di montagna. In alcuni stati del nord, come Monterrey e Chihuahua, infine, d’estate fa molto caldo mentre le temperature invernali sono estremamente rigide. La stagione delle piogge va da Maggio a Settembre e generalmente consiste in brevi scrosci di pioggia pomeridiani. Nello Yucatan c’è un clima caldo umido e la stagione delle piogge va da metà Agosto a metà Ottobre.

ABBIGLIAMENTO
Si consigliano capi estivi o primaverili leggeri; un maglione per le serate più fresche a Città del Messico o in altre località di montagna. Per il periodo invernale (novembre-marzo) nelle località di alta quota è opportuno avere in valigia abiti adeguati. Durante la stagione delle piogge serve un impermeabile poco ingombrante. Per le escursioni in siti archeologici e le passeggiate nella foresta sono d’obbligo calzature pratiche e comode. Durante le escursioni/visite ai siti è meglio indossare capi leggeri ma che coprano il corpo (es: pantaloni di lino o cotone ma a tutta gamba) come protezione da eventuali punture di insetti.

ANIMALI DOMESTICI
I viaggiatori con cani e/o gatti devono essere muniti di un certificato sanitario rilasciato dalle competenti Autorità italiane almeno 5 giorni prima dell’arrivo in Messico e di un certificato di vaccinazione anti-rabbica.

CIRCOLAZIONE
È richiesta la patente nazionale se si guida una vettura propria; quella internazionale (modello convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968) è raccomandata se si noleggia una vettura. Si fa inoltre presente che per evitare l’applicazione di ingentissimi supplementi di drop off, l’auto a noleggio dovrà essere restituita nella stessa località di ritiro. La guida è a destra e il sorpasso a sinistra. L’uso del clacson è proibito a Città del Mexico; nel resto del paese è consentito in caso di necessità. Nella regione di Città del Messico è obbligatorio indossare le cinture su tutti i sedili della vettura.

ELETTRICITA’
Il voltaggio è a 127 volt, quindi è necessario munirsi di un riduttore.

BEFORE LEAVING…
Ambasciata del Messico
Via Lazzaro Spallanzani, 16 – 00161 Roma
Tel.: (0039) 0644.1151 – Fax: (0039) 06440.3876
E-mail: correo@emexitalia.it

Consolato Generale del Messico
Via Cappuccini, 4 – 20122 Milano
Tel.: (0039) 02 76020541; 02 76002310; 02 76018051 – Fax: (0039) 02 76021949
E-mail: info@mexico.it
Web: www.mexico.it

SUL POSTO…
Ambasciata d’Italia Città del Messico
Av. de las Palmas, 1994
Lomas de Chapultepec – 11000 Messico, D.F.
Tel.: +52 55 5596 3655 – Fax: +52 55 5596 7710, 5596 2472
E-mail: segreteria.messico@esteri.it

Per maggiori contatti consultare il seguente link:
http://www.viaggiaresicuri.it/paesi/dettaglio/altre-informazioni/messico/consolati.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *