Bahamas

now browsing by tag

 
 

LE BAHAMAS – FLY FISHING INFO

Le isole Bahamas comprendono un arcipelago di 100.000 miglia quadrate di acque limpide tra le più incontaminate del mondo. Questa è un’area che ospita alcuni dei migliori habitat per bonefish del pianeta e questa gigantesca rete di mangrovie e canali a basso fondale fa delle isole Bahamas uno dei migliori luoghi al mondo per la pesca nelle flats. Le specie che popolano queste isole di mangrovie sono i  bonefish, tarpon, barracuda, squali, snapper di varie specie e snook.  Le flats delle isole Bahamas sono così vaste che è quasi impossibile riuscire a visitarle tutte anche pescando tutti i giorni per una vita.  La maggior parte di queste hanno fondali di sabbia bianca e dura, motivo per cui si annoverano tra le migliori flats al mondo per la pesca in wading. Per quanto riguarda la qualità dell’acqua e la trasparenza, le flats  in tutte le Bahamas sono quasi sempre cristalline e le opportunità di pesca a vista sono infinite. Le guide di pesca sono fra le più professionali al mondo, e le loro barche da pesca perfette. Questa destinazione si presta perfettamente per un viaggio sia per soli pescatori che per tutta la famiglia.

Attrezzature
Le attrezzature per la pesca a mosca alle Bahamas sono le stesse che si usano in qualsiasi pesca nelle flats: una canna 9 piedi per coda galleggiante o intermedia del 8, una canna coda 10 per la pesca dei permit  e una canna coda 12 per la pesca dei Tarpon. Per le mosche mettete in valigia  una varietà di clouser e granchietti di ogni forma e colore; ma  il consiglio migliore rimane quello di far scegliere la mosca alla guida.

LE BAHAMAS – HOTEL & LODGE

CROOKED & ACKLINS TROPHY LODGE

Con quasi 20.000 acri di flats, le Bahamas sono la più grande area di pesca del bonefish al mondo. I pesci sono più grandi delle dimensioni medie in quanto godono dell’abbondanza di cibo proveniente da uno degli ambienti naturali più ricchi del pianeta.

Nell’estremo sud-est dell’arcipelago, a meno di cento chilometri dalle coste haitiane e cubane, Crooked Island e Acklins formano un atollo di oltre 230 miglia quadrate. La sua enorme e poco profonda laguna, costituita dalle isole di Crooked Island, Acklins e Long Cay, è una perfetta area per trampolieri,  per bonefish e permit. Il luogo è particolarmente incontaminato e bello e con i suoi 350 abitanti questo posto dà l’impressione di un luogo perduto nel tempo.

La dimensione media dei bonefish è di circa 4 libbre, ma è possibile trovare pesci molto più grandi.. Il record dell’isola è di 17,6 libbre! I permit non hanno quasi mai visto una mosca qui e sono presenti in gran numero sia nelle flats che lungo i canali;  spesso si trovano in prossimità di grandi razze. Il tarpone residente può essere trovato durante tutto l’anno in alcune lagune, ma la maggior parte dei pesci più grandi arriva principalmente durante la primavera e l’estate. Barracuda fino a 45 libbre, squali, dentici, jack e snook sono alcune delle altre specie che valgono un lancio così come wahoo pelagico, tonno e lampughe. Le guide sono tutti nativi dell’atollo. Hanno una grande esperienza e conoscenza di questa enorme area, al momento non ancora influenzata dalla pressione della pesca.

Il lodge è semplice e confortevole. La sua posizione perfetta lo rende l’unico lodge che permette di pescare nelle migliori zone di Crooked Island e Acklins nella stessa settimana! È gestito da una coppia molto amichevole ed è composto da 5 ampie camere matrimoniali, tutte dotate di aria condizionata, bagno, salottino, frigorifero e TV. Un altro edificio funge da ristorante e bar dove tanta birra fredda aspetterà il vostro ritorno dalle flats. Il cibo è fatto di prodotti freschi e specialità locali come la famosa insalata di conchiglie.

 

DENEKY LODGE

Deneky Outdoor lodge nell’isola di Andros è una meta leggendaria per la pesca dei bonefish, è qui che ci sono le migliori flats del mondo.
Vuoi pescare su branchi di bonefish affamati? Nessun problema. Hai intenzione di lanciare su bonefish in tailing dalla mattina alla sera? Qui può accadere.
Passare la giornata nelle flats cristalline delle Bahamas, in canali scavati nelle mangrovie,  esplorare laghi interni di acqua salata, scoprire cays remote, esplorare ampie distese oceaniche? Qui non è difficile, è la normalità.
Questo non è un “albergo di lusso”. La posizione è bellissima, le camere sono pulite e confortevoli e il cibo è ottimo.

La  stagione di pesca  va dalla metà di Ottobre alla fine di Maggio.

H2O BONEFISH LODGE

LE BAHAMAS

Un sogno per molti, ma una meta facilmente raggiungibile.
Un arcipelago con 16 isole principali e migliaia di isole ed isolotti deserti a breve distanza da Miami e Cuba, nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico. Centinaia di spiagge di sabbia rosa come il corallo, lambite da un mare trasparente e caldo. E soprattutto fondali unici al mondo, considerati tra i migliori dagli appassionati di diving, ma fantastici anche per chi si limita allo snorkeling a pelo d’acqua. Le isole Bahamas vantano un fenomeno geologico unico al mondo: i Blue Hole, grotte sottomarine con caverne, crateri e cunicoli lunghi centinaia di metri.

Geografia
Le Bahamas sono situate nell’Oceano Atlantico, a est della Florida, a nord di Cuba e del resto dei Caraibi e a ovest della dipendenza britannica delle Isole Turks e Caicos. La più grande isola è quella di Andros posta a nord-ovest dell’arcipelago, all’imboccatura degli Stretti della Florida. A nord è posta Grand Bahama, la più settentrionale fra le grandi isole. Immediatamente a est ci sono le Isole Abaco. Spingendosi verso sud-est, fra le isole più significative c’è Eleuthera, Cat Island, Long Island, San Salvador, Exuma, Crooked Island, Acklins, Mayaguana e a sud Great Inagua. La capitale Nassau si trova sull’isola di New Providence, posta fra le isole di Eleuthera e Andros.

Storia
Scoperte durante il primo viaggio di Cristoforo Colombo divenendo parte della corona spagnola, furono poi conquistate dagli inglesi per divenire successivamente indipendenti. Prima dell’arrivo di Cristoforo Colombo, queste isole si chiamavano Lucayas, nome derivante dalle pacifiche popolazioni indigene che qui risiedevano. L’antico nome di San Salvador era Guanahaní. Colombo, colpito dalla scarsa profondità delle acque, battezzò le Lucayas come Islas de la Bajamar (isole dal mare poco profondo). Quando però caddero in mano britannica, il loro nome venne adattato in Bahamas Islands, nome con cui sono note ancora oggi. Nel corso del Seicento e del Settecento le Bahamas sono state uno dei covi della pirateria assumendo un ruolo principale dal 1716 al 1718 quando vennero lasciate senza difesa e senza governo dalla Corona, fino a quando nel 1718 re Giorgio I d’Inghilterra inviò però una spedizione navale per allontanare i pirati. Il PLP, Partito Liberale Progressista, fondato e diretto da Sir Lynden O. Pindling, gestì il processo di separazione dall’Impero Britannico e il 10 luglio 1973 le Bahamas divennero indipendenti.

 

Hotel & Lodge

Fly Fishing Info

Info e consigli di viaggio

Commenti e racconti di viaggio

Gallery

LE BAHAMAS – INFO E CONSIGLI DI VIAGGIO

Per ulteriori informazioni e notizie dell’ultima ora: http://www.viaggiaresicuri.it/paesi.html

EMERGENZE
911 per Polizia, Pompieri, Ambulanza.

AVVERTENZE
La situazione di sicurezza non presenta specifici problemi. Vi sono tuttavia aree in cui è pericoloso recarsi, soprattutto nelle ore notturne. Si suggerisce, quindi, di seguire le avvertenze che vengono fornite, di volta in volta, dagli operatori turistici e dagli alberghi dove si alloggia.
Nell’ultima parte dell’estate (settembre/ ottobre) si potrebbero verificare dei cicloni, causa di disagi e situazioni di emergenza.
Si raccomanda ai connazionali di informarsi sempre preventivamente sulla situazione meteorologica a destinazione, consultando il proprio agente di viaggio e, direttamente, il sito Internet www.nhc.noaa.gov.
Qualora si decida di intraprendere un viaggio nella stagione dei cicloni, si raccomanda di:
-esercitare la massima cautela evitando le zone ove maggiore potrebbe essere l’esposizione al rischio
-mantenersi informati attraverso gli organi di informazione
-attenersi scrupolosamente agli avvisi ed alle disposizioni impartite dalle Autorità locali. Per ulteriori informazioni si invita a consultare l’Approfondimento – “Allarmi Meteo”. Si consiglia di registrare i dati relativi al viaggio che si intende effettuare nel sito DoveSiamoNelMondo.

DOCUMENTI
È necessario il passaporto con validità residua di almeno sei mesi dalla data di arrivo nel Paese. Per le eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. I passeggeri (inclusi bambini e neonati), anche se solo in transito negli Stati Uniti d’America, necessitano di passaporto individuale a lettura ottica in regola con la normativa vigente oltre che dell’ESTA (https://esta.cbp.dhs.gov/esta/). Per ulteriori informazioni preghiamo voler contattare gli enti competenti. Il visto d’ingresso non è necessario fino a 90 giorni di permanenza nel Paese. È invece vietato intraprendere qualsiasi tipo di attività lavorativa in mancanza di un visto di lavoro ed è vietato protrarre la permanenza oltre il periodo autorizzato al momento di entrata nel Paese. Al momento dell’arrivo verrà richiesto il biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio.

DOGANA
Non si possono introdurre somme superiori a 10.000 US$. É proibito introdurre insaccati (salami, mortadelle, prosciutti, ecc.), vegetali, semi (anche in piccole quantità) e medicinali vari. Ci sono restrizioni riguardo le sigarette, il tabacco e le bevande alcoliche. Alla partenza non esistono restrizioni export sulle merci acquistate alle Bahamas.

VACCINAZIONI
Non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria.

NORME SANITARIE
Presenza di due ospedali sulle isole più grandi e di centri medici (Clinic) sulle isole minori.
Si raccomanda di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente.

LINGUA
La lingua ufficiale è l’inglese. È parlato anche il creolo.

MONETA
L’unità monetaria è il dollaro delle Bahamas (BDS) equiparato al Dollaro USA. Negli alberghi vengono accettate le principali carte di credito, richieste a garanzia degli extra. Si consiglia di munirsi dall’Italia di Dollari Usa.

MANCE
È consuetudine lasciare la mancia a Nassau nell’ordine del 10/15% ad autisti di pulmini, capitani delle barche e guide subacquee e a chiunque offra un servizio. I conti dei ristoranti sono generalmente maggiorati del 10-15%. Le mance sono comunque gradite ed è buona usanza darle se si è rimasti soddisfatti del servizio.

FUSO ORARIO
Le Bahamas sono sei ore in meno rispetto all’Italia.

PER TELEFONARE
Per chiamate dall’Italia comporre il prefisso 001242 seguito dal numero del destinatario.
Per chiamate dalle Bahamas comporre il prefisso 01139 seguito dal numero del destinatario.

PERIODO MIGLIORE
Le Bahamas sono un’ottima destinazione in ogni momento dell’anno. Le brezze che soffiano senza sosta assicurano temperature sempre gradevoli; perciò, a meno che non siate diretti alle isole più a sud, che normalmente hanno un’escursione termica di 3-4 gradi in più rispetto a quelle del nord, il clima non è un fattore determinante per la scelta del periodo del viaggio. La stagione migliore è comunque quella estiva, ventilata e calda, quando l’acqua è della temperatura ideale per starvi a bagno per ore. La stagione delle piogge va da giugno a novembre. La cosiddetta ‘alta stagione’ inizia a metà dicembre per terminare a metà aprile.

CLIMA
Le Bahamas hanno un clima tropicale marittimo e geograficamente sono poste a ridosso del Tropico del Cancro. Durante l’anno non ci sono grandi sbalzi, le escursioni termiche variano tra gli estremi di 18-20 °C di massima nei periodi invernali ai più frequenti 32-35 °C nei periodi estivi con notevole umidità nell’aria. La temperatura delle acque invece è sempre attorno ai 26 °C anche grazie all’effetto della Corrente del Golfo. Le precipitazioni sono occasionalmente abbondanti e raggiungono una media annua che supera di poco i 1500 mm.

ABBIGLIAMENTO
È consigliato un abbigliamento casual. Alle Bahamas fa caldo tutto l’anno, fa freddo solo all’interno di alberghi e ristoranti dove l’aria condizionata è a pieno regime, perciò è consigliato alle donne di portare uno scialle e agli uomini un pullover. Per cene particolari, alberghi eleganti, la sera blazer blu, camicia e pantaloni lunghi per gli uomini.

CIRCOLAZIONE
È necessaria la patente italiana, assicurazione auto RCA obbligatoria. La circolazione è a sinistra e il sorpasso a destra.

ELETTRICITA’
La corrente elettrica viene erogata a 120 V. Le prese di corrente sono a due lamelle piatte, si rende necessario un adattatore.

BEFORE LEAVING…
Consolato Onorario delle Bahamas a Roma
Via Giulia 200 – 00186 – Roma
Tel.: 06 6878086 | Fax: 06 6878276
E-mail: P.intonti@flashnet.it, i.c.studium@flashnet.it

Bahamas Tourist Office
Londra

SUL POSTO…
Consolato Generale d’Italia a Miami (Stati Uniti)
4000 Ponce de Leon Blvd, suite 590
Coral Gables, FL 33146, U.S.A.
Tel.: +1 305 3746322 | Fax: + 1 305 3747945
Sito web: www.consmiami.esteri.it
E-mail: segreteria.miami@esteri.it; italianconsulate.miami@esteri.it

Consolato Generale Onorario italiano a Nassau
Alberto G. SUIGHI
201 Lagoon Court at Sandyport
Nassau, The Bahamas
P.O. Box 13177
Tel.: (242) 327 2335-7
E-mail: nassau.onorario@esteri.it