Irlanda

now browsing by tag

 
 

GALLERY IRLANDA

IRLANDA PROGRAMMA DI VIAGGIO – ESTENSIONI E TOURS

PESCA IN MARE IN IRLANDA


Periodo: da Giugno ad Ottobre
QUOTA a partire da EURO 1.540 per persona (con un minimo di 4 pescatori)

La quota comprende:
– volo Ryanair Italia/Dublino e ritorno
– noleggio auto tipo Volkswagen Polo o similare con km illimitati inclusi
– 7 notti di pernottamento in bed & breakfast con sistemazione in camere doppie
– 2 giorni di pesca in mare agli squali con barca e guida tutto incluso (base 4 pescatori)
– 4 giorni di pesca alle spigole con guida (base 4 pescatori)
– assicurazione medico bagaglio

La quota non comprende:
– assicurazione annullamento facoltativa (euro 50 per persona)
– bevande e pasti non segnalati, extra personali e tutto quanto non specificato in “La quota comprende”

Programma di viaggio
1° giorno: Partenza con volo dall’Italia per Dublino. All’arrivo noleggio dell’auto, trasferimento per Union Hall o Dungarvan, sistemazione in bed & breakfast di varie tipologie. Trattamento di pernottamento e prima colazione.
Le strutture si trovano a circa 4 ore dall’aeroporto, in zona strategica per pescare.
Dal 2° al 7° giorno: tempo a disposizione per pescare spigole e squali.
8° giorno: Trasferimento in aeroporto, rilascio dell’auto a noleggio e partenza per l’Italia.

IRLANDA – INFO E CONSIGLI DI VIAGGIO

Per ulteriori informazioni e notizie dell’ultima ora: http://www.viaggiaresicuri.it/paesi.html

EMERGENZE
Polizia, pompieri ed ambulanza sono contattabili tramite i seguenti numeri: 112 o 999 .

AVVERTENZE
Si consiglia ai connazionali di tenere sempre sotto controllo gli effetti personali, di conservare in un luogo sicuro biglietti di viaggio e documenti circolando con una fotocopia e la massima prudenza durante i fine settimana, in quanto è diffuso il consumo di bevande alcoliche.
Si consiglia inoltre cautela agli automobilisti poiché la guida è a sinistra, le strade extra-urbane sono pericolose in quanto strette e sconnesse ed i mezzi pesanti circolano ad alta velocità. E’ punita severamente, con multa, ritiro della patente e processo penale per direttissima, la guida in stato di ebbrezza. I limiti di assunzione di alcol consentiti per chi e’ alla guida sono bassissimi e rigidissimi, quindi in pratica chi deve mettersi alla guida NON deve assumere alcool.

DOCUMENTI
E’ necessario viaggiare con il passaporto o la carta d’identità in corso di validità. Il Paese fa parte dell’UE, ma non dell’area Schengen, quindi alla frontiera ci sono approfonditi controlli dei documenti di viaggio. Per lo stesso motivo, gli stranieri residenti in Italia con un visto Schengen, se vogliono recarsi in Irlanda, devono chiedere un ulteriore visto all’Ambasciata o al Consolato irlandese competente. Il visto d’ingresso non è necessario.
Si consiglia, una volta in loco, di recare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio, conservando gli originali in luoghi custoditi (albergo etc.). Per  altre informazioni si consiglia di prendere visione del sito www.viaggiaresicuri.it

DOGANA
Le somme da dichiarare sono quelle previste dall’UE, sia in entrata sia in uscita dal Paese. Tutte le principali carte di credito sono accettate; sono presenti sportelli bancari  automatizzati.

VACCINAZIONI
Non si richiedono vaccinazioni obbligatorie.

ANIMALI
Dal 01/01/2012 è stata modificata la legislazione riguardante l’ingresso di animali in Irlanda, armonizzandola con quella europea. Gli animali che entrano da un Paese UE necessitano di passaporto europeo/certificato di identificazione; vaccinazione antirabbica che deve essere effettuata almeno 21 giorni prima dell’entrata dell’animale nel Paese; per i cani, trattamento specifico contro la tenia. Devono avere inoltre un microchip elettronico o un tatuaggio leggibile, applicato prima del 3 luglio 2011, con lo stesso codice riportato nel passaporto. Si consiglia comunque di consultare il sito del Ministero dell’Agricoltura irlandese www.agriculture.gov.ie/pets/.

NORME SANITARIE
I servizi di pronto soccorso sono discreti.  Buona la reperibilità di farmaci anche se e’ praticamente impossibile acquistarli senza ricetta medica. Non si richiedono vaccinazioni obbligatorie. Non si segnalano difficoltà particolari per eventuali rimpatri d’emergenza sanitaria.
Si comanda di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente.

LINGUA
L’irlandese, comunemente detto gaelico, è la prima lingua ufficiale (e dal 2007 anche una delle lingue dell’Unione europea). L’inglese è riconosciuto come seconda lingua ufficiale ed è praticamente la più parlata e diffusa. Per legge i documenti ufficiali e i cartelli stradali devono essere in irlandese o bilingui.

MONETA

La moneta ufficiale utilizzata è l’euro.

MANCE
L’Irlanda, seppure un posto turistico, non ha una forte cultura della mancia, quindi non è obbligatoria. Tuttavia, se si riceve un ottimo servizio si consiglia vivamente di lasciarla. Vi é un’eccezione: in molti ristoranti a Dublino, se si è in un gruppo di 4 o piú persone, sará addebitata in automatico. Nella maggior parte dei casi si lascia nei ristoranti e negli hotels e come regola si applica il 10% sul conto finale.

FUSO ORARIO
In Irlanda c’è lo stesso fuso di Londra, un’ora indietro rispetto all’Italia.

PER TELEFONARE
Il prefisso da fare dall’Italia è il seguente: 00353, mentre per chiamare in Italia il seguente: 0039.

PERIODO MIGLIORE E ABBIGLIAMENTO
Il periodo migliore per un viaggio in Irlanda va da metà maggio a metà settembre, quando le giornate sono più lunghe e le temperature gradevoli, ma non è esclusa una vacanza anche in altri periodi specialmente nelle grandi città. Primavera e autunno sono delle buone alternative, senza sottovalutare però la pioggia che è sempre abbondante.
Si consigliai di avere con sé sempre una giacca a vento perché in Irlanda i cambiamenti climatici sono repentini e naturalmente un ombrello per i frequenti acquazzoni.

CLIMA
Il clima è di tipo atlantico temperato, caratterizzato da piogge e nebbie per tutto l’anno. In dicembre-gennaio evidentemente mitigato dalla Corrente del Golfo, con temperature minime raramente inferiori a -3 °C e reso più dolce durante l’Estate con temperature solo sporadicamente superiori a 25 °C. Comunque anche il periodo estivo è variabile e presenta pochi giorni assolati consecutivi. Le temperature variano da regione a regione. La durata del sole è maggiore nel sud-est. Le piogge sono frequentissime, con alcune regioni che arrivano a 275 giorni di pioggia all’anno. Geograficamente il nord-ovest, ovest e sud-ovest del paese, ricevono le precipitazioni più consistenti, con Dublino, la regione meno piovosa. L’estremo nord e l’ovest dell’Irlanda sono due delle regioni più ventose d’Europa.

CIRCOLAZIONE
É richiesta la patente italiana. L’assicurazione italiana è valida anche in Irlanda. Un automobilista che non sia in possesso di un’assicurazione valida per l’Irlanda deve ottenerne una a breve termine ad un posto di frontiera o al porto d’arrivo. Si ricorda a chi guida all’estero un’auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario con firma autenticata. La circolazione si effettua a sinistra ed il sorpasso a destra. Dal gennaio 2005, tutti i cartelli segnalano i limiti di velocità in km/h e non più in miglia/ora. Per i motociclisti è obbligatorio il casco di protezione. Conducente e passeggeri hanno l’obbligo di indossare le cinture di sicurezza sia sui sedili anteriori che su quelli posteriori dei veicoli che ne sono equipaggiati. Le autostrade sono a pedaggio. Il conducente il cui tasso alcolemico superi lo 0,05% è passibile di sanzioni. A qualsiasi persona sospettata di guidare in stato di ebbrezza può essere chiesto di sottoporsi ad un test del livello di alcol nel sangue. Se l’esito è positivo, l’automobilista deve seguire l’agente al commissariato di polizia per sottoporsi ad un prelievo di sangue o a un test dell’urina. Il limite di tasso alcolemico è 0,02%. Le multe variano da € 200 a 400 ed è prevista la sospensione della patente da 3 a 6 mesi.

ELETTRICITA’
La corrente elettrica viene erogata a 220V AC. Le prese sono uguali al modello inglese a 3 buchi rettangolari, occorre munirsi di adattatore.

BEFORE LEAVING…
Ambasciata di Irlanda
Villa Spada, Via Giacomo Medici, 1
00153 Roma RM
Tel.: 065852381 – Fax: 065813336
E-mail.: romeembassy@dfa.ie

SUL POSTO…
Ambasciata d’Italia in Dublino
63/65 Northumberland Road
Ballsbridge
Dublin 4
Tel.:  00353 1 6601744 – Fax: 00353 1 6682759
Website: www.ambdublino.esteri.it
E-mail: ambasciata.dublino@esteri.it
Cellulare emergenza 087 2386802   (attivo nei fine settimana e nei giorni festivi)

Consolato Onorario Galway
Dr. Fabio Bartolozzi
Clarin Bridge, Co. Galway
Tel.: +353 91 785766 – Fax: +353 91 720174
E-mail: fabartolozzi@yahoo.com

Consolato Onorario Cork
Sig. Roberto Gasperoni
3rd Floor, 112 Oliver Plunkett Street, Cork
Tel.: +353 (0)85 1109307;
E-mail: cons.onorario.italia.cork@gmail.com

IRLANDA

Si dice che chi visita l’Irlanda non riesca più a dimenticarla, e questo è probabilmente uno di quei casi in cui una diceria corrisponde a verità. Soprannominata l’Isola di Smeraldo o la Tigre celtica, terra di musica, leggenda e croci celtiche, l’Irlanda è un luogo di straordinaria bellezza ricco di magia anche grazie a una tradizione popolare ancora molto viva, legata al mondo di elfi, fatine e boschi. Terra natale di scrittori straordinari dal calibro di James Joyce, Oscar Wilde, Beckett e dalla musica travolgente e persone accoglienti, l’Irlanda è disseminata di monumenti, castelli e di innumerevoli impronte dei secoli passati, ricchi di fatti eroici, ma anche di sanguinose battaglie, che consentono a storia e leggenda di mescolarsi in modo assolutamente affascinante.
Una precisazione a proposito della terminologia: il termine Irlanda si riferisce a tutta l’isola; l’Eire (o anche South in inglese) è la Repubblica d’Irlanda, mentre l’Irlanda del Nord in inglese è chiamata spesso semplicemente ‘North’. La Repubblica d’Irlanda è un paese indipendente, l’Irlanda del Nord fa parte del Regno Unito.

Geografia
L’isola d’Irlanda è bagnata ad ovest dall’Oceano Atlantico ed a nord-est dal Canale del Nord. A est invece c’è il Mare d’Irlanda che si riconnette all’oceano a sud-ovest tramite il Canale di San Giorgio ed il Mare Celtico. La costa occidentale dell’Irlanda consiste per lo più di scogliere (tra cui le celeberrime Cliffs of Moher), ampie baie circolari ricche di isole e spiagge che mutano velocemente con la marea, mentre quella meridionale da lunghe penisole, spiagge lunghissime e insenature molto strette.
Il territorio vicino alla costa è formato spesso da colline e basse montagne; per il resto quasi tutto il territorio centrale è composto di pianure e prati, attraversati da vari fiumi, il più lungo dei quali, lo Shannon, forma già da solo numerosi laghi o “loughs”. Il centro della nazione è formato da paludi dello Shannon, con vaste distese di torba, usata per la combustione.

Storia
Tra il V e il IV secolo a.C in Irlanda si insediarono i gaeli, una popolazione di origine celtica. Dopo il 400 ebbe inizio l’opera di evangelizzazione a cura dei missionari cristiani, tra cui il monaco Patrizio, diventato poi patrono dell’isola. Nel XII secolo gli inglesi ne cominciarono la conquista e nel 1541 il sovrano inglese Enrico VII si proclamò re d’Irlanda. Dopo la nascita del Partito irlandese e il manifestarsi di volontà autonomiste, il parlamento inglese riconobbe l’identità nazionale d’Irlanda, ma fu solo nel 1921 che le 26 contee del sud del paese (a maggioranza cattolica) ottennero l’indipendenza. Le 6 contee del nord, a forte presenza protestante, restarono unite alla Gran Bretagna formando l’Irlanda del Nord. Dal 1º gennaio 1801 fino al 6 dicembre 1922 l’Irlanda fece parte del Regno Unito (di Gran Bretagna e Irlanda). Dopo vari tentativi per raggiungere l’indipendenza, nel 1921 venne negoziato il Trattato Anglo-Irlandese. In ambito internazionale fu riconosciuto uno Stato irlandese con il nome di Stato Libero d’Irlanda (Irish Free State) che avrebbe dovuto coprire in teoria l’intera isola, ma venne concordato che l’Irlanda del Nord (già autonoma) potesse scegliere se rimanere sotto il Regno Unito, e così avvenne. La nuova Costituzione del 1937 sostituì l’Irish Free State con un nuovo Stato, l’Éire o, in lingua inglese, Ireland (Irlanda). Sebbene questa struttura costituzionale dello Stato prevedesse un presidente invece che un re, non era una repubblica effettiva. Il re, infatti, rimaneva il simbolo politico che rappresentava la nazione. Il Republic of Ireland Act del 1948 dichiarò l’Éire una repubblica, uscendo dalla Commonwealth e dando al Presidente della Repubblica anche quel ruolo di rappresentanza effettivo. L’Irlanda entrò a far parte delle Nazioni Unite e dell’Unione europea. I governi irlandesi hanno spesso auspicato una pacifica riunificazione dell’isola e hanno cooperato con la Gran Bretagna per dissipare i violenti conflitti fra i gruppi paramilitari nel Nord Irlanda, conosciuti come i Troubles. Un accordo di pace per l’Irlanda del Nord approvato nel 1998 è in fase di attuazione.

Info e consigli di viaggio

Programma di viaggio – Estensioni e Tours

Gallery